Utente 237XXX
Gentili dottori,buonasera.
A seguito di fitte continue da dieci giorni sul lato destro del collo mi sono recata da due specialisti per effettuare una visita.
Siccome ho una malocclusione di 3 classe mi sono rivolta a uno gnatologo pensando che queste fitte possano essere portate da questo disturbo il quale mi ha detto chmettereervento si fa solo nei casi in cui la mandibola rimane bloccata e che dovevo fare una rmn dell articolazione temporo mandibolare pou tornare da lui per mettere a posto la muscolatura e basta in quanto l operazione va fatta solo per un fattore estetico.
Non convinta mi reco da un dentista specializzato nella diagnosi e trattamento dei disordini temporo mandibolari il quale mi dice tutt altro,ovvero,che l unico modo per mettere a posto la situazione e l intervento prescrivendomi teleradiografia latero laterale e antero posteriore e una visita maxillo facciale dopodiché tornerò da lui per il trattamento ortodontico.
A questo punto sono un po confusa e vorrei un consiglio da parte vostra.Vorrei inoltre sapere i problemi a cui si va incontro se non si corregge questo disturbo e il rischio-beneficio di questo intervento.
Cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
le problematiche da Lei riferite sono meritevoli di valutazioni a se stanti: il dolore del collo deve essere inquadrato ed altrettanto deve essere fatto riguardo alla sua malocclusione, riferendosi ai professionisti di competenza, come quelli da lei menzionati.
Ad oggi la chirurgia ortopedica dei mascellari (cioè i tipi di intervento che si eseguono per correggere le malocclusioni non trattabili con la sola ortodonzia) non é infatti inserita nei trattamenti terapeutici dei disordini temporo-mandibolari, e quindi operare senza avere completato il percorso diagnostico del dolore la pone a rischio di patire lo stesso sintomo anche dopo l'intervento.
A vedere poi, dopo una valutazione gnatologica, se il suo dolore é correlato con problemi articolari o se si tratta di problematiche miofasciali (cioè solo a carico del sistema muscolare).
Chiaramente trattare il dolore al collo non risolverà la malocclusione ma se il problema gnatologico non viene inquadrato adeguatamente prima di intervenire al suo sintomo potrebbero aggiungersene altri dopo la chirurgia.
Per contro l'intervento di correzione della sua terza classe non si esegue solo a fini estetici: oltre ad armonizzare il profilo del suo volto dovrebbe consentire una funzionalità masticatoria più efficace e fisiologica.
Quanto detto al fine di chiarirLe la situazione.
Comprenderà che le ulteriori valutazioni riguardo al suo caso possono essere prese in considerazione solo dopo una valutazione clinica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore la ringrazio per la risposta celere.
Il dolore al collo e stato inquadrato dal mio medico di base come una contrattura muscolare,entre il fisiatra che mi stava sottoponendo a delle sedute di manipolazione vertebrale per un colpo di frusta avuto all inizio di luglio mi ha detto che per lui non e un fattore muscolare ma legato all articolazione temporo mandibolare che potrebbe aver infiammato qualche nervo. Non saprei a chi dare retta... Comunque volevo aggiungere che soffro da tempo di scricchiolii della mandibola,a volte rimango incastrata a bocca aperta,mal di testa ricorrenti,dolori cervicali,tappi di cerume,ecc... però da quanto ho capito bisognerebbe conciliare i due pareri nel senso fare prima una terapia muscolare con eventuale byte e poi di conseguenza pensare a un eventuale trattamento ortodontico e operazione?
Domani prenoterò una visita maxillofacciale all ospedale Molinette di Torino dove credo potranno approfondire il tutto? Cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Buongiorno
bene, ritengo possa in questo modo avere ogni chiarimento in merito al problema ortochirurgico.
Le sarà utile per avere un iniziale punto di certezza e proseguire poi con gli ulteriori accertamenti.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,volevo chiederle in merito a queste strane fitte che continuano ormai da 15 gg.
Sono cominciate dal fondo della lingua e gengiva per poi irradiarsi al collo ma jon internamente,arrivano all improvviso e durano qualche secondo,secondo lei possono essere legate alla mandibola?quali ulteriori accertamenti si potrebbero fare per capirne la causa?devo ammettere che mi stanno mandando un po in ansia ,il 22 ho la visita alle molinette.
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Buongiorno
comprenderà che mediante un consulto online sarebbe molto pretestuoso chiarire i suoi dubbi. Senza abbandonarsi all'ansia esegua le visite specialistiche di cui si é detto, e poi alla luce di queste potrà valutare anche i sintomi, che nel caso di disordini temporo-mandibolari possono essere appunto molto vari nel modo di presentarsi e di non immediata comprensione.
Cordialmente
[#6] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto dottore seguirò il suo consiglio. Le auguro buona serata.
Cordialmente.
[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"mi reco da un dentista specializzato nella diagnosi e trattamento dei disordini temporo mandibolari"

Guardi che anche il primo, lo gnatologo era un
"dentista specializzato nella diagnosi e trattamento dei disordini temporo mandibolari".
Gnatologo vuol dire proprio questo.

Ho l'impressione che ci abbia "visto giusto".
Non è una certezza, per carità, non l'ho visitata, ma il suo ragionamento fila molto coerente e logico.

Le confermo che l'ortodonzia NON E' la soluzione per la terapia dei disturbi e dei dolori cranio-facciali, ma portano facilmente ad un peggioramento del problema.

PRIMA risolve i sintomi con una opportuna terapia gnatologica, POI eventualmente affronta una soluzione ortodontica e/o chirurgica.
Se è il caso.
E non lo è quasi mai.
[#8] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,so che lo gnatologo si occupa di ciò ma siccome dieci anni fa mi dissero chel unica cosa che potevo fare era operarmi mentre lui mi ha detto che l operazione va fatta solo nel caso di blocco della mandibola a questo punto mi sono trovata molto confusa e ho deciso di interpellare un altro professionista,sta di fatto che sono comunque sempre confusa. Ho letto sul sito rivolto al maxillo facciale delle molinette che anche loro prima di operare effettuano terapia con placca di svincolo. Le auguro buona serata.
[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Consulti un altro gnatologo.
[#10] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Lo farei ma non conosco nessuno dalle mie parti,saprebbe consigliarmi qualcuno?
Cordialmente
[#11] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,a seguito della visita maxillo facciale sono stata inviata da uno gnatologo,il quale dopo la visita mi ha prescritto una risonanza magnetica delle articolazioni tm che ho gia prenotato aimè per il 30 ottobre per poi poter fare un check up gnatologico.
Il problema e che continui ad avere queste fitte che potendole descrivere partono dal fondo della gengiva e lingua a destra sono simili a come quando viene inserito l ago di una siringa per poi scendere nel collo (non nella gola) in piu da giorni ormai ho degli
Acufeni continuativi che non mi fanno prendere sonno la sera,a tratti peggiorano . Secondo voi dovrei recarmi in pronto soccorso per limitare il danno o aspettare la visita otorinolaringoiatrica che ho prenotato per il 14? Se vorrete darmi un consiglio ve ne sarò grata.cordialmente.