Utente 253XXX
Buongiorno, vorrei porre un quesito sull'utilizzo di integratori di Vitamina E, prescritta da un andrologo. Circa 3 anni fa mi sono recato da un andrologo per un problema che poi si è dimostrato essere di poco conto, un varicocele bilaterale asintomatico di grado non elevatissimo. In tale occasione sono venuti fuori altri problemi, tra cui, dopo un apposito esame, un quadro di oligospermia: gli spermatozio sono pochi, tra questi pochi hanno una forma "buona", tra questi ultimi pochi sono mobili. Il test è stato ripetuto due volte a distanza di 1 anno. Dal primo momento ho iniziato a prendere degli integratori di vitamina E, 600 IU die, 2 capsule al giorno da 300 IU. Dopo più di 1 anno ho ripetruto gli esami, non c'erano miglioramenti per il quadro spermatico ed è stato deciso di mettermi in lista per operarmi del varicocele, nella speranza che una volta operato potesse migliorare la situazione (con poche speranza, il varicocele è piccolo); nonostante i non miglioramenti del quadro in seguito all'assunzione di integratori di vitamina E mi è stato detto di continuare ad assumerli, questa volta Sursum 400 IU die in un'unica soluzione. E' da più di 1 anno e mezzo che sono in lista per l'operazione, ci sono stati dei problemi nella lista di attesa e il mio intervento era tra quelli non urgenti, quindi è slittato moltissimo. Quiondi ricapitolando ho assunto Vitamina E 600 IU die per un anno e due mesi, poi per un altro anno e mezzo 400 IU die, un totale di quasi 3 anni. Ho interrotto due volte per due mesi ciascuna perchè il mio MGG ha sottolineato che ci possono essere degli accumuli a lungo andare e mi ha consigliato di fare delle pause. Prima di operarmi dovrò ripetere lo spermiogramma. Ma nel frattempo mi sto un po' preoccupando per tutta questa Vitamina E che ho assunto. Per lo più ho trovato uno studio dove si evidenzia un aumento di casi di cancro nei fumatori che assumono vitamina E sottoforma di integratori. Io non sono un grande fumatore, sto sulle 6 sigarette circa il giorno ma leggere questo studio mi ha preoccupato. Nessuno mi aveva avvertito di questo rischio e sono quasi 3 anni che assumo Vitamina E a dosi neanche tanto basse (leggendo in giro le prescrizioni degli altri)..... Le mie domande sono queste: è ammissibile continuare ad assumere questo tipo di integratore così a lungo? Quali sono i rischi? Mi devo preoccupare per le sigarette fumate in questi 3 anni in relazione all'assunzione di questo integratore? Grazie mille per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non entri in inutili spirali di ansie e paure esagerate e non realistiche: sei sigarette al giorno e una terapia prolungata con vitamina E per tre anni non sono fattori di rischio pesanti a livello oncologico.

Per le eventuali modifiche terapeutiche invece deve riconsultare in diretta sempre il suo andrologo di riferimento.

E' migliorato il suo liquido seminale in questi anni?

Vista comunque la sua età non giovanissima, se vi è un'indicazione all'intervento chirurgico per correggere un varicocele è bene non tergiversare oltre.

Risenta ora il suo specialista di fiducia che si spera abbia anche chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dott. Beretta per la sollecita risposta
Da quello che so lo specialista che mi ha seguito in questi anni è un bravo Andrologo, piuttosto conosciuto in zona. Non ho dettagli sulle sue competenze in patologia della riproduzione umana. So che la "cura" intrapresa fino ad oggi a base della sola Vitamina E è una sorta di "precura", in attesa di vedere i risultati dei successivi test e che eventualmente ci sarebbero altri farmaci più potenti e specifici da prendere. Prima dell'intervento del varicocele (che sta slittando in avanti non per mie colpe) dovrò rifare lo spermiogramma. Spero che aver smesso per due volte (ogni volta per mesi) la somministrazione di vitamina E in questi ultimi 18 mesi non pregiudichi la comprensibilità dei risultati. Consideri che il mio medico MMG mi consigliò di sospendere per un po', considerando che la vitamina E si può accumulare e che in quel momento avevo dei problemi gastrici non meglio identificati.
Non sono molto ottimista per l'esame pre-operazione al varicocele, dato che l'ultimo esame fatto dopo 1 anno di somministrazione di vitamina E 600 IU die i valori dello spermiogramma addirittura peggiorarono dal precedente (il primo spermiogramma che feci che già contemplava risultati disastrosi).
In ogni modo vedrò di ricontattare il mio specialista (difficilmente raggiungibile) e di avere maggiori ragguagli sul da farsi.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, fatto il tutto ci riaggiorni, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.