Utente 587XXX
Salve sono Enzo, di 31 anni,sono alto 1,90 e peso 85 chili, vi descrivo la mia situazione:sono salito su un tavolino di vetro piuttosto spesso, che dopo avermi sorretto per un pò, all'improvviso, si è spaccato frantumandosi in vari pezzi,causandomi varie ferite da taglio profonde sulla mano e sotto il tallone sx, allora mia moglie ha chiamato il 118 e sono venuti a prendermi, visto l'impossibilità di camminare, e al pronto soccorso, mi hanno "punteggiato" per un'ora.Adesso, sto facendo una cura di una settimana di antibiotici, oltre alla consueta iniezione di antitetanica, e mi hanno detto che dopo tre gg. doveva il medico di base medicarmi i punti, e dopo una settimana toglierli.Voglio chiedervi se è tutto giusto quello che hanno fatto, e dopo quanto posso riprendere a camminare normalmente, visto che per tre giorni ho dovuto tenere il piede sx alzato....Per favore fatemi sapere, GRAZIE......

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
non avendo valutato le ferite posso esprimermi e darle eventuali consigli esclusivamente di ordine generale.
Le ferite da taglio richiedono la detersione, l’esplorazione e la sutura.
Le ferite chirurgiche, se non presentano segni di sanguinamento o altre secrezione che ne determinino la necessità di cambiare la medicazione quotidianamente, vanno medicate la prima volta dopo due-tre giorni.
Per quanto riguarda la rimozione dei punti ed il trattamento antibiotico i tempi, in media, sono quelli che le hanno consigliato;
Eventuali diverse indicazioni (ed i tempi di recupero) dipendono dallo stato della ferita.
Per tale motivo, soltanto il medico che l’ha trattata o che avrà modo di gestire le medicazioni può fornirle delucidazioni.

Cordialmente

Dott.ssa M.M.Morelli