Utente 358XXX
Gentili Dottori, gentilmente vorrei sapere, visto che sono stato operato 10 gg fa dell'ernia in oggetto, se è normale la formazione di una bombea (così la definita il chirurgo al controllo) grande più o meno come l'ernia preoperazione ca 4-5 mm dopo 6 giorni dall'intervento. Il chirurgo sostiene che si tratta della pelle che sosteneva l'ernia ma al tatto risulta un pò dura e leggermente dolorosa (sarà anche per i punti appena tolti!). E' vero che per giudicare una recidiva dobbiamo aspettare 2 mesi? Preciso che non è stata messa nessuna rete e ...sono un po' preoccupato! Infine è normale il fatto di non aver prescritto l'eparina? Grazie e buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Cominciamo dall'eparina: non è un obbligo, solo un'opportunità che va utilizzata ovviamente quando ci sono i motivi reali per farlo.
Per quanto concerne l'intervento non si può dire molto. E non solo perché io non ho potuto visitarla personalmente, ma anche perché 10 giorni sono davvero pochi per poter trarre conclusioni. Magari è soltanto un po' di ematoma, ma è giusto in ogni caso tenerlo d'occhio nelle settimane future.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Caro dottore Lei ovviamente aveva ragione! Dopo 2 giorni da quello che ho scritto il bombeè è diventata una "noce" anche se scuro. Sono ritornato in reparto ed il chirurgo che mi ha operato ha effettuato una aspirazione di liquido sieroematico. Ora è tutto a posto, sono più tranquillo e l'ombelico presenta forma perfetta. Un'ultima cosa se posso.... ma 30 cc aspirati sono normali dopo 12 gg non utilizzando la rete nell'intervento? La ringrazio fin d'ora.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non c'è un minimo o un massimo di liquido aspirabile: dipende dall'estensione dell'ematoma; che a sua volta non ha nulla a che fare con il posizionamento o meno di una rete protesica.
Cordiali saluti