Utente 310XXX
Buongiorno, chiedo questo consulto per mia figlia, 14 anni e mezzo, pratica nuoto agonistico da 4 anni con buoni risultati. Verso aprile ha cominciato ad accusare dolori all'articolazione sterno claveare destra e la clavicola si vedeva più sporgente della sinistra. Sottoposta a visita ortopedica le è stata diagnosticata una sublussazione sterno cleveare dovuta a lassità dei tendini. Unica soluzione eventuale intervento ma non prima dei 16 anni. Il dottore ce lo ha comunque sconsogliato. Ha sospeso il nuoto fino ad oggi ma nulla è cambiato, anzi adesso anche la clavicola sinistra, seppur meno sporgente, "scatta' quando ruota il braccio. Le mie domande sono: può riprendere a praticare nuoto? Magari non tutti i giorni? La condizione di lassismo dei tendini è transitoria dovuta all'età o perdurerà anche in futuro? Ci sono soluzioni al di là dell'intervento?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La sublussazione sterno-claveare ("Anteriore" suppongo) è una patologia poco frequente (legga l'articolo su Medicitalia: http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/1946-lussazione-sterno-claveare.html ) ciò non toglie che quando si presenta è sempre difficile stabilire il da farsi.
Sulla scorta dei pochi dati forniti non si può essere precisi nel consigliarle la strada giusta ma, in linea di massima, la via chirurgica è raramente utilizzata (se non in particolari condizioni).
In relazione alle sue specifiche domande rispondo:
1.può riprendere a praticare nuoto? - certo che si ma dipende dal grado di sofferenza del paziente e da eventuali aggravamenti che sconsigliano di continuare tale sport
2.Magari non tutti i giorni? - è consigliabile non tutti i giorni perché si riduce molto lo stress meccanico
3.La condizione di lassismo dei tendini è transitoria dovuta all'età o perdurerà anche in futuro? - non ci sono dati che riportano un miglioramento nel tempo
4.Ci sono soluzioni al di là dell'intervento? - non ci sono alternative alla soluzione chirurgica
Auguri