Utente 358XXX
Buongiorno,
Lo scorso 21 agosto ho subito un intervento di decompressione del nervo ulnare al gomito sinistro. A detta del chirurgo l'intervento è andato bene.mi son stati dati 25 giorni di convalescenza e vitamina B da assumere per 3 mesi.
Ho recuperato abbastanza la funzionalità di braccio e mano,ma avverto ancora il formicolio su tutta la mano e manca ancora un po di forza.non ho difficoltà a stendere il braccio ma quando lo faccio sento "tirare".
La domanda è:tra 2 giorni devo rientrare a lavoro, io sono un'addetta mensa, perciò un lavoro non leggero, sarebbe consigliabile aspettare o posso tranquillamente riprendere a lavorare? E persisterà ancora per molto il formicolio?
Grazie in anticipo a chi risponderà.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

le parestesie resteranno fino a quando il nervo ulnare non si sarà completamente rigenerato.

I tempi dipendono dall'entità del danno neurologico, che io non conosco.

Non dovrebbero esserci problemi a riternare al lavoro, ma è buona norma fare riferimento al chirurgo che la sta seguendo.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno Dottore,
La ringrazio per la sua rapidità nella risposta.
Ora non so quale fosse esattamente il danno(ma nel referto dice che il nervo ulnare appariva deformato a clessidra ed ecchimotico) , però posso dirle che ero arrivata ad avere formicolii continui all'anulare e al mignolo, poca forza nella mano e ultimamente mi era capitato che l'anulare e il mignolo rimanessero "bloccati" per qualche secondo, perciò si, penso di essermi mossa tardi.
In ogni caso si,contatterò sicuramente il chirurgo.
Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.