Utente 358XXX
Buonasera , ho avuto un incidente sul lavoro , un pezzo pesante mi è venuto addosso e mi ha procurato la frattura scomposta dell'omero sinistro con lesione schiacciamento e stiramento del nervo radiale , ad oggi e da due mesi ho il fissatore esterno avvitato nell'osso in attesa della guarigione ,lo toglierò il prossimo mese . I chirurghi che mi hanno operato mi hanno detto che hanno trovato il nervo attorcigliato ai frammenti dell'osso e che loro lo hanno posizionato in una sede sicura per cercare di evitare la calcificazione con l'osso . Ieri mi sono sottoposto ad esame elettromiografico e come risultato è stata segnalata una mancanza di attività di reinnervamento , volevo chiederVi entro quando questa attività deve iniziare ?
Al momento muovo bene gomito e polso , stringo bene la mano , ma ho la mano cadente e riesco a muovere solo un poco il polso verso l'alto , se tento di estendere le dita la mano tende ad andare verso il basso , anche il pollice lo muovo poco . In base a queste notizie e presupponendo che il radiale è solo schiacciato ma non interrotto , secondo Voi riprenderò l'uso normale della mano ?
Grazie Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

se il chirurgo è certo che non c'è un danno anatomico del nervo radiale, ma solo un danno funzionale (da contusione e/o stiramento), i muscoli estensori dovranno recuperare.

Conviene però fare elettrostimolazioni e utilizzare integratori neurotrofici (L-acetilcarnitina, acido tioctico, vitamine B ed E) per un lungo periodo.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Grazie Dottore per la celere risposta , le lascio immaginare lo stato emotivo che vivo con il dubbio di riprendere o meno la funzionalità della mano , sono un Direttore di macchina marittimo ed ho 48 anni .
Nessun Dottore ad oggi mi ha garantito l'integrità del nervo radiale , solo supposizioni , di sicuro c'è una lesione altrimenti non si spiegherebbe la paresi della mano sinistra , ho tutto il dorso della mano tipo addormentato ma ancora sensibile al tatto , una strana sensazione , il polso ora dopo due mesi dall'infortunio comincio ad alzarlo anche se con fatica , ma a questo movimento non riesco ad associare l'estensione delle dita , quando tento di aprire ed estendere le dita il polso tira giù la mano con le dita semi estese , questi sia pur piccoli movimenti non segnalano comunque che il nervo non è interrotto ?

Grazie sempre
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Questo recupero parziale, però, indicherebbe non una lesione anatomica.

[#4] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
I chirurghi dopo l'operazione mi hanno parlato di uno schiacciamento e stiramento del nervo radiale , da cui dipenderebbe l'attuale paralisi della mano nei movimenti di estensione del polso e delle dita pollice compreso e di lunghi tempi per un eventuale ripresa .Cosa devo aspettarmi a Vostro parere e soprattutto questa sensazione di addormentamento del dorso della mano per quanto tempo
l'avvertirò ?
Al momento siccome i frammenti dell'omero nel punto di rottura sono distanti tra loro la guarigione dell'osso va a rilento e credo che terrò il fissatore esterno più a lungo dei tre mesi previsti .
Mi interessava sapere in questi casi cosa è consigliato , attendere la guarigione dell'osso anche se più lunga nei tempi ? oppure programmare un nuovo intervento chirurgico ?
( In ospedale a visita ortopedica mi è stato detto che in questi casi non si riopera ma si attende la guarigione , ma io sarei interessato anche al Vostro parere )

Grazie ancora e sempre Saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Due mesi sono pochi per queste lesioni.

Dovrà attendere almeno altrettanto. Faccia la terapia neurotrofica, fondamentale.

Deve aspettare la guarigione dell'osso.
[#6] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera , mio malgrado l'omero fratturato al momento non ha ancora formato un evidente callo osseo ed il nervo radiale non ha ancora ripreso , sto facendo elettro stimolazione per il nervo e magnetoterapia per l'omero con la speranza di accelerare la formazione del callo osseo , volevo chiedere per l'omero fino a quando posso considerare i tempi di guarigione normali e quale è il minimo tempo previsto per il recupero del nervo radiale .
Inoltre volevo chiedere un parere riguardo i punti previsti per questo tipo di infortunio , quello accaduto a me è un infortunio sul lavoro : ho una grossa cicatrice dovuta all'operazione , l'omero sicuramente a detta dell'ortopedico guarirà rimanendo storto ed , il muscolo tricipite è in posizione di contrattura fissa per una sicura rottura tendinea parziale e i conseguenza il braccio ha una doppia gobba , la mano sinistra ha il problema del radiale lesionato .
Ringraziando porgo Distinti Saluti .
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il recupero del danno neurologico dipende dalla distanza tra la lesione e il punto di arrivo delle fibre, che in questo caso è notevole; pertanto, direi non meno di 4 mesi.

Circa la valutazione medico-legale, rimando alla sezione apposita.
[#8] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore ,
Da una decina di giorni sto facendo magnetoterapia locale all'omero fratturato per 5/6 ore al giorno con la speranza di accelerare la formazione del callo osseo , cosa ne pensa della magnetoterapia ?
Intorno al 20 di questo mese sarò nuovamente a visita Ortopedica e quindi nuova radiografia , il Dottore che mi segue mi ha anticipato che se dalla prossima radiografia non si evince nessuna formazione di callo osseo e quindi miglioramento bisognerà prendere in considerazione l'ipotesi di un nuovo intervento , siamo vicini ai 4 mesi , cosa ne pensate ?
Riguardo il nervo radiale sto facendo elettro stimolazione e fisioterapia ma ancora nessuna ripresa .

Vi Saluto e Vi Ringrazio
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
I campi magnetici pulsati sono importanti, anche per un numero maggiore di ore (8-10).

Deve cercare di scongiurare un reintervento.

Per il nervo, deve avere pazienza.
[#10] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno Dottore ,
sono in questo momento di ritorno dalla visita ortopedica , mio malgrado dalla nuova radiografia fatta non emergono differenze sostanziali , il Dottore mi ha smontato una parte del fissatore esterno lasciando una sola barretta , lo ha fatto spiegandomi che un poco di movimento potrebbe favorire la formazione del callo osseo che ritarda a formarsi .
Sono onestamente molto preoccupato , sono passato 3,5 mesi ed ancora non si forma callo osseo , in più il Dottore ortopedico mi dice che le possibilità che l'osso guarisca da solo sono veramente poche e mi dice di attendere un paio di mesi ancora .
Voi cosa mi consigliate Dottore , di rivolgermi ad un bravo Ortopedico per una nuova operazione oppure attendere ancora un paio di mesi sperando nella formazione del callo osseo .
Sto facendo magnetoterapia locale , ed elettro stimolazione per il nervo radiale che comunque ancora non da segni di ripresa .
Ringraziando Vi Saluto cordialmente .
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Credo che l'unica soluzione sia aspettare.

Se in seguito non si dovesse formare il callo, nonostante i campi magnetici pulsati, dovrà essere rioperato con un innesto osseo.
[#12] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Grazie Dottore ,
ma un nuovo intervento di sintesi secondo Voi non è possibile ? e secondo il Vostro parere ,in percentuale , quante possibilità ci sono che si formi il callo osseo naturalmente ?
I frammenti sono si non in linea ma comunque presenti , l'osso nel punto della frattura , 1/3 distale , ha una piccola zona staccata dall'asse ideale .
Mi scusi le domande ripetute ma mi sta prendendo la paura .
Saluti
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
In teoria esiste ancora la possibilità di una consolidazione.

Operare di nuovo ora farebbe correre dei rischi, a causa del danno inevitabile sul periostio, che fornisce il sangue all'osso, indispensabile per la formazione del callo osseo.

Impossibile esprimersi in termini percentuali.
[#14] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore ,
Vi informo del seguito della mia avventura per la grande gentilezza da Voi usata nei miei confronti , arrivato vicino ai 5 mesi con fissatore applicato e nessuna formazione di callo osseo mi sono deciso a farmi visitare ,grazie ad un amicizia , dal primario di ortopedia dell'Ospedale vecchio pellegrini di Napoli , l'esito è stato che bisogna intervenire per mettere una piastra + innesto osseo perchè nelle condizioni in cui si trova non formerà mai callo osseo .
In compenso sto ottenendo discreti risultati per quanto riguarda la ripresa del nervo radiale .
Spero di scriverle in futuro con migliori notizie .
RingraziandoVi sempre , saluti .
[#15] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Sono contento. In bocca al lupo.
[#16] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno Dottore , sono stato rioperato il 17/12 dal primario del vecchio Pellegrini di Napoli , un intervento lungo e complesso di circa 6 ore con doppio impianto osseo , esterno e dalla mia cresta iliaca , sono stato dimesso ieri , certo al momento ho dolori da tutte le parti ma spero di aver imboccato la strada giusta per guarire .
La mano anche se al momento gonfia , la muovo discretamente e a detta dei Dottori dovrei avere una buona ripresa , il nervo radiale è stato liberato da un bel po di fibrosi che lo teneva compresso .
Saluti e Auguri di sereno Natale
[#17] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Altrettanto a lei.
[#18] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore mi resta un dubbio riguardo il recupero del nervo radiale , mi rendo conto che non è possibile stabilire ne tempi ne in quale percentuale si avrà il recupero della funzionalità della mano , al momento ho cominciato a muoverla ed ad estendere un poco polso e dita , l dubbio riguarda la sensazione di addormentamento o intorpidimento del dorso della mano , scomparirà ?
Grazie Dottore
[#19] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Probabilmente si, ma è molto più importante il recupero motorio.
[#20] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore ,
sono in attesa che passi un mese dall'intervento per fare una radiografia di controllo e tornare a visita dall'Ortopedico , al momento la zona che mi sta dando più fastidio è quella dove è stato eseguito il prelievo dalla cresta iliaca , non tanto per la ferita che ormai è quasi guarita e neppure l'osso che mi da un dolore sopportabile ma per una fastidiosa sensazione di anestesia a tutta la zona superiore della gamba , durerà per molto tempo ?
Per il resto fortunatamente continua la lenta ripresa del nervo radiale ed il braccio non mi da molto fastidio , tutti i punti sono stati tolti e si attende solo di poter riscontrare il callo osseo .
Certo visto che avevo anche una lesione al muscolo bicipite prima dell'intervento me lo ritroverò come problema anche dopo , spero solo che non mi farà male costringendomi ad un nuovo intervento .

Grazie e Saluti
[#21] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
OK.
[#22] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore ,
continua la riabilitazione , per fortuna dalla radiografia comincia a vedersi formazione di callo osseo e mi hanno permesso di cominciare le terapie riabilitative , la situazione attuale è che non stendo il braccio completamente , mi mancano una ventina di gradi , ho perso anche la corretta mobilità della spalla , non alzo più il braccio , ma la cosa che più mi da fastidio è il muscolo bicipite che resta contratto e solo raramente si rilassa .

Secondo Voi questa condizione del bicipite si risolverà da sola con il tempo ?

Visto che con esattezza non so ancora di che tipo di lesione si tratta , del muscolo o di un tendine , che tipo di esame mi consigliate , una risonanza magnetica ?

Il muscolo è risalito verso la spalla e non ha più la sua normale dimensione , in più è posizionato leggermente obliquo e non più longitudinale all'omero , potrebbe essere il solo muscolo lesionato oppure è più probabile una lesione tendinea ?
Il tendine all'interno del gomito sembra integro ed ancora collegato .

Ovviamente la perfetta posizione del braccio è stata persa , ora il gomito sembra leggermente più basso , il braccio mi continua a fare male in tutta la sua muscolatura e sento molto la presenza della piastra , è normale ?

Grazie , Saluti .

[#23] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Un esame funzionale (elettromiografia), con valutazione neurologica.
[#24] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore ,
sono ad un 75% della ripresa motoria del braccio e muovo discretamente bene anche la mano , mancano alcuni movimenti del braccio ed una perfetta ripresa del dito indice e pollice .
La cosa che continua a darmi fastidio di più è un incontrollata tensione muscolare generalizzata del braccio , accentuata per il muscolo bicipite , inoltre il braccio mi continua a fare male e anche la spalla , ho una strana sensazione di legnosità nella zona del gomito e dell'omero .
Volevo chiederVi Dottore , per quanto tempo continuerò ad avvertire questi dolori e questa strana sensazione al braccio e cosa mi consigliate riguardo la placca in titanio toglierla tra un anno o tenerla a vita ?
Uno dei Chirurghi ortopedici che mi hanno operato mi accennavano all'ipotesi di tenere la piastra definitivamente , ma se continuo ad avvertire fastidio e non mi abituo ?

Grazie Dottore , Saluti .
[#25] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
In linea di massima la placca può essere tenuta, tranne se è fonte di disturbi.

Bisogna quindi capire se i suoi disturbi sono collegati alla presenza della placca o meno.
[#26] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buon pomeriggio Dottore ,
Aggiornamento a 10 mesi dall'infortunio , per mia fortuna la ripresa del nervo radiale può considerarsi oltre l'80% , manca solo la ripresa completa di indice e pollice ma è cosa lieve .
Il problema resta invece sulla formazione del callo osseo che risulta lentissima , a tal punto che la frattura viene considerata ancora instabile da Radiologi e Dottori Ortopedici che mi seguono , questo mi impedisce di riprendere la mia attività lavorativa e mi angoscia non poco .
Uno dei Dottori Ortopedici che mi hanno visitato mi ha accennato al fatto che dopo una periartosi è normale che il callo si formi cosi lentamente , Voi Dottore cosa ne pensate ?
Per il muscolo bicipite che è risultato avere il tendine distale rotto , non credo sarà facile poterlo recuperare visto che bisogna comunque prima aspettare la guarigione dell'osso e più tempo passa peggio è .

Saluti .
[#27] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Sta facendo i campi magnetici pulsati a domicilio?
[#28] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno ,
si Dottore ho fatto magnetoterapia locale per oltre due mesi , ora sto continuando a farla presso un centro di fisioterapia ma quella generale .
La formazione di callo osseo è molto lenta , c'è ma è lenta , sono presenti ancora lacune di formazione e considerano la frattura ancora instabile .
Certo credo che a questo punto devo solo continuare a fare fisioterapia , ma forse anche prendere qualche medicinale per la formazione del callo osseo ?
La staffa in titanio vista la forte frammentazione dell'osso a questo punto non verrà più rimossa ?
Per quanto riguarda il muscolo pensate che in futuro sia possibile intervenire ? oppure in ogni caso non conviene

Grazie , Saluti .
[#29] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
L'unica cosa utile è l'uso dei campi magnetici pulsati domiciliari (almeno 6-8 ore al giorno).