Utente 110XXX
Buonasera, ho un problema che mi angoscia da qualche tempo. In particolare da circa un anno ho notato di perdere molti capelli. Devo dire che il fenomeno è aumentato con l'acquisizione di alcuni pscicofarmaci e miorilassanti che ho dovuto prendere per curare una neuropatia (nervo pudendo). I farmaci che ho preso sono laroxyl più expose per circa 6 mesi e cymbalta più rivotril per altri 6. La neuropatia sembra risolta infatti sto smettendo con il cymbalta. Sono nella fase finale 15mg ogni 2 giorni per una settimana. Ad ogni modo ne ho parlato con lo specialista che non ritiene che la causa della perdita dei capelli possa essere tale cura. Le analisi del sangue (emocromo completo) sono perfette. Mi chiedevo, è utile andare da un dermatologo a questo punto e che tipologia di esami vengono richiesti solitamente? Se fosse solo stress in che modo viene diagnosticato? Inoltre, ho notato che più sono sporchi più me ne cadono e basta massaggiare il cuio capelluto che molti si staccano. E' anche vero che me ne crescono anche tanti altri ma mai ho avuto una caduta del genere. Ogni volta che ne lavo ne perdo un centinaio o forse qualcosa di più. Potreste aiutarmi? Grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
le cause di caduta dei capelli posso essere innumerevoli: farmaci, stress psicofisichi, carenze nutrizionali, forme immunitarie ed alterazioni ormonali. Senza valutare direttamente il suo quadro clinico non è possibile fare una diagnosi e di conseguenza consigliarle una terapia adeguata. Una visita con uno specialista dermatologo sarebbe necessaria per valutare lo stato clinico dei suoi capelli, del cuoio capelluto, effettuare una tricoscopia e delle analisi mirate (esame del capello, esami ematochimici) per cercare di individuare la causa della caduta.
Saluti