Utente 359XXX
Come da titolo,dopo aver avvertito fastidio e successivamente prurito al glande,ho notato dei puntini rossi (visibili soprattutto in erezione),due lievi "puntini rialzati","rugosità" del glande e due/tre puntini bianchi sulla corona del glande che non avevo prima (le papule che avevo erano sotto il glande e da ormai oltre 10 anni le ho),mi è stato detto che sono altre piccole papule ma non mi spiego come mai escano solo ora.
Sono stato visitato inizialmente da un urologo (che mi ha prescritto lavaggi con sapone VEA),dopodiche non passandomi,mi ha consigliato una visita da hn dermatologo venereologo.
Specifico che questa situazione al glande mi è uscita dopo aver seguito una cura a base di collirio BETAPIOPTAL per una congiuntivite (tra gli effetti collaterali era segnalata dermatite vescicolare,ma gli specialisti da cui sono andato sostengono non sia collegata la cosa).
Comunque,iniziando ad avvertire anche un leggero bruciore durante la minzione,mi reco dal dermatologo venereologo che mi prescrive cicalfate ed eucerin per una settimana,con risultati nulli.
Un amico di famiglia,anch'esso dermatologo venereologo dopo una visita mi consiglia di utilizzare EOSINA PHARMA per una settimana,ma anche qui,a parte bruciarmi parecchio nessun risultato dopo quasi una settimana di utilizzo.
Che consigli mi date? Mi è stato detto da tutti che non è nulla di grave ma da oltre un mese ci sono dietro e vorrei tanto trovare una soluzione e tornare alla mia condizione normale,anche perche i bruciori mentre urino iniziano ad essere fastidiosi dopo tutto sto tempo.
Vi allego due foto del problema cosi potete farvi un'idea.
Grazie anticipatamente a chiunque voglia/possa aiutarmi

http://www.imagesup.net/?di=1214109965634

http://www.imagesup.net/?di=9141099656311

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
senza valutare direttamente il suo quadro clinico non è possibile fare una diagnosi e di conseguenza suggerirle un trattamento adeguato. La condizione da lei descritta potrebbe corrispondere a diverse condizioni sia di natura infettiva (balanopostite da candida? Condilomi?), che non (ipertrofia papillare del pene). Se i colleghi che l'hanno visitata non hanno riscontrato nulla di anomalo probabilmente non hanno sospettato nulla di infettivo. Inoltre, concordo sul fatto che non vi sia un'associazione tra il collirio che lei ha applicato e la sua problematica a livello del pene.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio intanto della sua gentile risposta,quindi cosa mi consiglia,perche dopo creme e disinfettanti per oltre un mese io sono ancora nella medesima condizione,e inizio ad essere un po preoccupato visto che non guarisce