Utente 318XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 18 anni e ormai da un anno ho notato la comparsa Della cellulite nella parte bassa delle gambe ( polpacci e gamba) e leggermente nelle cosce. La cellulite è visibile solo se comprimo la parte ma si nota anche in controluce. Non so come farla sparire dato che pratico già uno sport ( atletica) 3/4 volte alla settimana, inoltre non sono in sovrappeso ( altezza 176 cm e peso 60 kg).
Ringrazio anticipatamente colore che vorranno rispondere.
[#1] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
le sedi da lei indicate non sono sede abituale di sviluppo del processo che porta alla formazione della cellulite, che risulta verosimilmente da quanto riferito essere comunque ad uno stadio molto precoce.
Inoltre la sua giovane età e le abitudini sportive rappresentano fattori protettivi.
questo non può escludere comunque la presenza di stasi microcircolatoria e linfatica più o meno marcata nelle sedi indicate, che potrebbe rendere conto dell'inestetismo da lei riferito.
Il consiglio é di rivolgersi ad un professionista che possa valutare il quadro clinico, le sue abitudini quotidiane e sociali, il regime alimentare ed il tipo di attività sportiva svolta, eventualmente valutando a seguire esami strumentali per inquadrare il problema e proporle il trattamento più adeguato.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

quando si parla di Pannicolopatia edemato fibro sclerotica (cellulite) ci si riferisce ad un complesso di caratteristiche alterazioni anatomo-funzionali che si sviluppano a partire dal tessuto dermo-ipodermico, per poi coinvolgere anche il tessuto adiposo sottostante e l'epidermide.

La cellulite nasce, quindi, come trascurabile inestetismo per trasformarsi, attraverso successivi stadi evolutivi, in una vera e propria malattia.

Per questo è fondamentale, attraverso una valutazione Medico-estetica, conoscere il substrato anatomico in cui si insedia e la progressiva evoluzione delle alterazioni che la caratterizzano; ciò è essenziale per un approccio consapevole al suo trattamento ed alla sua prevenzione.

Inoltre, sempre attraverso la suddetta visita, devono essere focalizzati i vari fattori (predisponenti, determinanti e scatenanti) che, variamente combinati fra loro, agiscono per modificare in senso patologico le varie aree dell'organismo interessate.

Da quanto suddetto, spero si renda conto che alla Sua richiesta si potrebbero dare tante e diverse risposte, generiche e vaghe, con conseguenti trattamenti di dubbia utilità o inutili.

Se davvero vuole ottenere una diagnosi precisa ed affrontare l'inestetismo più diffuso nel sesso femminile, con risultati gratificanti ed evidenti, dovrebbe rivolgersi al Medico che generalmente se ne occupa (Dermatologo, Medico Estetico, Chirurgo Estetico).

Con l'auspicio di aver fatto un minimo di chiarezza, Le auguro una buona giornata.


Prego.
[#3] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Grazie a entrambi per le risposte...sapevo che la risposta sarebbe stata generica ma volevo proprio fare un minimo di chiarezza prima di recarmi da uno specialista. Grazie nuovamente.
[#4] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Di nulla!

Lieti di aver potuo fornire utili spunti di riflessione.


Auguroni.