Utente 345XXX
salve, mesi fa mi è stata diagnosticata una prostatite che mi hanno detto fosse acuta e trattata al momento con 10 rocefin (2 al di) e 21 levoxacin, più toster 1 al di per una settimana, quando ho fatto la visita di controllo mi hanno dato 3 zitromax e 20 levoxacin, il fatto è che ogni tanto ancora mi fa male, e la cosa peggiore è che sto avendo seri problemi di erezione che hanno fatto si, che la mia ragazza mi lasciasi, cosa che si è presentata per la prima volta, 15 gg prima che mi fosse diagnosticata la prostatite, in verità non sapevo se potevo avere problemi erettili in precedenza poichè per molto tempo non ho avuto relazioni sessuali, il urologo che mi ha visto mi ha prescritto levitra 5 mg e non ha funzionato neanche prendendone due insieme, con la prostatite posso acettare di convivere ma non con problemi di erezione, volevo sapere se nonostante la prostatite i problemi erettili hanno soluzione. grazie mille!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

risolto il problema infiammatorio a livello della prostata generalmente si risolve anche il disturbo erettivo.

Segua ora le indicazioni del suo andrologo di riferimento.

Nel frattempo, per avere più informazioni comunque si legga anche queste news:

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/2552/Erezione-difficile-e-problemi-alla-prostata ,

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/2382/Prostata-ed-erezione-quale-legame .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
salve, il fatto è che la prostatite sembra diventata cronica, e se non guarisce mai e possibile che avrò per sempre problemi di erezione?
grazie mille!
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Perché non dovrebbe guarire o meglio migliorare in modo significativo?

Risenta in diretta il suo urologo od andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
perchè da quanto ho capito la prostatite cronica non guarisce mai, nel mio caso cmq non'è uscito niente dal esame di spermiocultura. e ho realizzato che in realtà la avevo da anni perchè mi ricordo che 4 anni fa fastidio al perineo. Ho letto un articolo su internet che diceva che mangiare pomodori e soya aiutano la prostata, così come i cereali integrali, non sò se la frutta secca possa aiutare e bere succo di frutti di bosco. ho visogno di migliorare e, cambiare dieta per me non'è un sacrificio, tipo i peperoni fanno male o bene? le farine bianche e la nuetalla, nel frattempo posso fare attività fisica? il fatto è che a 21 anni avere questi problemi di erezione mi sta uscidendo, a proposito, cosa potrebbe dire che 10 mg de levitra non abbiano funzionato? e prima di andare dal urologo è il caso di portare già qualche esame tipo ecografia trasrettale o altro? così mi li faccio prescrivere dal medico curante e ho già tutto pronto. a proposito senza guarire la prostatite avrò sempre problemi di erezione? grazie mille per la disponibilità e scusate per tutte le domande, :).
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non faccia esami inutili, prima è bene sentire in diretta il suo andrologo od urologo di riferimento.

Infine si ricordi che quando sono presenti queste "problematiche urologiche” possono essere utili queste indicazioni di tipo dietetico-comportamentale:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)tenere d'occhio la bilancia, infatti, se obesi, spesso perdere peso migliora il quadro clinico, infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi;

8)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.

Ancora un cordiale saluto.