Utente 352XXX
Salve, è col tempo che ho iniziato a pensare che alcune stranezze potessero essere tutte correlate, e facenti parte della medesima sindrome, se così si può chiamare. Da piccolo (fin da molto piccolo) avevo grosse difficoltà ad "utilizzare" normalmente certe parti del corpo, disagio che in parte mi è rimasto e che invece è pura normalità per la quasi totalità delle persone. Sia chiaro che sono sempre stato sano come un pesce. I piccoli disagi che avevo sono:
- Impossibilità a toccare l'interno dell'ombelico, totalmente ancora ADESSO;
- Quasi impossibilità a tagliare le unghie dei piedi da solo (quasi sparita col tempo, è rimasto un lieve fastidio a maneggiare le forbicine su medi e anulari);
- Fastidio nel passare il dito all'interno del "ricciolo" del padiglione auricolare, dove c'è la punta alta dell'orecchio, cosa che adesso invece posso fare con pochi scrupoli
- Una predilezione per i tocchi fatti con la mano sinistra anziché con la mano destra.. cosa che immagino riguardi una sorta di ambito compulsivo di tipo psicologico.
- Un timore generale verso parti del corpo e possibili reazioni: paura delle conseguenze in caso di tocco dell'occhio col dito (ad esempio a mettere le lenti); da piccolo avevo timore ad aprire il prepuzio, un po' per dolore (risolto con un facile intervento risolutore) e un po' per blocco psicologico.
So che alcune di queste cose sono comuni, ma nelle altre persone sono presenti singolarmente, invece ho pensato che così tutte insieme possano rappresentare magari una sindrome specifica, e sarei curioso di conoscerne il nome, se si trattasse di una sorta di malattia o disturbo esistente e riconosciuto.
Ovviamente non è nulla di grave né invalidante, ma dal punto psicologico ho la sensazione che è come se il mio corpo fin dalla nascita avesse la caratteristica di dover aver a che fare con molte cose che "fanno senso".. ero abituato ad aver sempre a che fare con: "questo dà fastidio, questo ho il blocco, questo ho paura che faccia male, questo fa senso...".. il fatto che quasi tutte le ho risolte non mi ha tolto la curiosità, perché è vero che singolarmente si possono risolvere, ma averle tutte potrebbe essere qualcosa di non soltanto psicologico, ma anche "di nascita". In particolar modo c'è il terrore ancora attuale a infilare un dito nell'ombelico.. le rare volte che capita, quando magari gli altri non stanno attenti e lo fanno involontariamente, passo almeno 10 minuti a massaggiare la pancia perché mi rimane la sensazione vivida e fastidiosa di uno spillo infilato nell'ombelico...) Esiste un nome per tutto questo?
Grazie moltissime!
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
No non è nulla di grave. Occorre solo una interpretazione.

Non perché lei necessiti di una terapia psichiatrica, ma per una corretta valutazione di base di quanto scrive Le consiglierei di ripostare anche in area PSICHIATRIA.

Tanti saluti