Utente 359XXX
Buongiorno,
a dicembre dell'anno scorso il mio fidanzato ha tolto un neo sospetto che, da esame istologico, si è rivelato essere un nevo di spitz atipico.
E' stata effettuata una revisione chirurgica nella sede del neo e, dopo linfoscintigrafia per linfonodo sentinella, sono stati analizzati anche 3 linfonodi che erano risultati sensibili al liquido di contrasto.
I risultati dell'esame istologico hanno confermato lo spitz atipico e l'oncologo ha previsto controlli di routine.
Ad oggi, ai primi controlli dopo i 6 mesi, l'ecografia ai linfonodi evidenzia 3 linfonodi sospetti e il medico suggerisce di toglierli rimandandoci all'oncologo.
Volevo chiedere che possibilità di recidiva c'è in casi come questi e se è nuovamente prevista revisione chirurgica. So che il nevo di spitz atipico potrebbe trasformarsi in melanoma.
Noi siamo di nuovo spaventati e preoccupati per una cosa che sembrava risolta.
Grazie in anticipo per la risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
Se lo Spitz atipico avesse assunto lo stesso comportamento biologico del melanoma, è possibile possa dare ripetizioni linfonodali come quest'ultimo.
Le consiglio pertanto di seguire i consigli che le sono stati dati dall'oncologo.
Per avere un quadro più chiaro dovrei sapere:
- se la diagnosi di Spitz atipico è stata confermata da più centri di anatomia patologica
- le caratteristiche istopatologiche dello Spitz (spessore, ulcerazione, numero di mitosi etc...)
- se sono stati effettuati esami strumentali di controllo quali la PET

Cordiali saluti