Utente 359XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 23 anni. Circa 8 mesi fa, mentre praticavo sci di fondo sono caduta all'indietro lungo una discesa e dopo l'impatto ho avvertito un forte dolore nella zona dei glutei seguito da un forte crampo tra natica e coscia. Apparte un po' di indolenzimento non ho più avuto fastidi. Mi arriva qualche crampo durante l'attività sportiva o in caso di movimenti bruschi e sempre nella zona citata prima. Se sollevo pesi o mi fletto in avanti per esempio svolgendo le faccende domestiche, sento un fastidio localizzato nella zona lombare. Dopo una visita casuale di un massaggiatore ho scoperto di avere il coccige calcificato, forse in seguito ad una microfrattura o ad una frattura vera e propria? Cosa posso fare? Se il coccige viene a contatto con una superficie dura, ovviamente avverto dolore. Inoltre nel maggio scorso tramite una RX al torace effettuata per altri motivi ho scoperto di avere un principio di scoliosi. Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il coccige è una formazione anatomica, di struttura ossea, che non ha una funzione meccanica precisa. Non è collegato con importanti strutture anatomiche ossee, muscolari e tendinee e, per tale motivo, l'unico problema che può comportare è il dolore.
Quando questo accade bisogna valutare se ci sono delle complicazioni susseguite a seguito di precedenti fratture e/o lussazioni per stabilire la terapia più adeguata.
Ci sono casi in cui l'intervento chirurgico diventa indispensabile ma questo può essere stabilito solo dopo che l'ortopedico ha escluso tutte le possibilità terapeutiche alternative.
Auguri