Utente 269XXX
Gentili dottori,
ho 23 anni e ultimamente ho strani sintomi. Da più di un mese soffro di una sorta di vertigine continua e senso di testa ovattata. Sono stato allora un mese fa dal mio cardiologo senza però risultare nulla di grave. Però ultimamente ho strani sintomi. Sento spesso fastidio alla clavicola sinistra tipo bruciore. Va e viene durante la giornata. Durante la notte invece spesso mi sveglio per via di formicolio dei mignoli e braccia. A volte sinistro altre destro. Ma cosa mi preoccupa molto è il fatto che già due volte mi sono svegliato durante la notte e ho avuto forti crampi ai polpacci. Una volta é successo al sinistro e un altra sul destro. Durano una decina di secondi e aumenta il dolore con se piego il piede. Dopo passa. Ho letto in internet che crampi ai polpacci posso essere sintomo di problemi cardiovascolari. Sono molto preoccupato dopo avere letto ciò. Cosa devo fare? Eppure un mese fa era tutto apposto.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Da quanto scrive e dai suoi precedetti consulti si evince che di controlli cardiologici ne ha fatti e che hindi il suo problema non è ascrivere al suo povero cuore. Cerchi di curare la sua ipocondria e lxci in pace il cuore
saluti
[#2] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Dottore la ringrazio per la risposta.
Capisco che possa sembrare ansioso. È vero ho fatto molte visite ma alcuni sintomi come ad esempio il crampo ai polpacci sono venuti fuori dopo. Posso veramente escludere il cuore? Questi crampi (anche se successo solo due volte) possono dipendere da altri fattori? Perché leggendo ho visto che è molto probabile si tratti di problemi al cuore. Questo mi preoccupa molto.
La ringrazio
[#3] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Le ribadisco quanto scritto sopra. I crampi non hanno niente a che vedere con il cuore. Al massimo si prenda qualche bustina di potassio
[#4] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,
Volevo chiederle gentilmente un ultima cosa per un fatto successo stamattina. Mi è successo già varie volte nell'arco degli anni. In pratica ho un aurea in un occhio. Un luce bianca nera che dura da pochi secondi a 15/20 minuti. Non sempre è accompagnata da emicrania. Per quello sono preoccupato. Ho letto di ischemie transistorie quando non accompagnate da emicrania. Mi è successo appena sveglio fai nel. Non avevo dormito molto bene sentivo un po la testa pesante. È passato dopo colazione. Poi ricomparso per 10 secondi più tardi. Ora é ancora presente in mondo leggero va e viene. I sintomi non sono accompagnati da problemi di linguaggio o paralisi ecc. Però ho paura. Possono trattarsi di ischemie transitorie ? O addirittura di ictus?
Gazie dottore