Utente 125XXX
Gentili medici,
Mi rivolgo a voi in quanto oggi pomeriggio ci siamo un po' preoccupati e stupiti dopo la visita che mio padre ha effettuato da un pneumologo.
Vi evidenzio i fatti: circa due anni fa a mio padre 66 anni dopo una rnm fatta per un banale controllo alla prostata e' stato diagnosticato un aneurisma all'aorta addominale di 4.8 cm, subito ha fissato una visita con un chirurgo vascolare che gli fa eseguire tac mirata. Dopo la visita il medico ritiene che vista la forma dell'aneurisma non ritiene per il momento necessario l'intervento consiglia di smettere di fumare ( cosa che ha fatto ) e di non fare eccessivi sforzi, controllo ogni 6-8 mesi.
Ad ogni controllo fatto fino ad ora l'aneurisma e' rimasto uguale.
Oggi mio padre si reca da un pneumologo per una visita che esegue una volta l'anno per la sua bronchite cronica e gli viene detto che non verrà eseguita assolutamente la spirometria in quanto giudicata rischiosa per l'aneurisma e non vuole responsabilità in merito...gli viene chiesto cosa aspetta a farsi operare ecc.....
Siamo rimasti colpiti dall'atteggiamento sgarbato e vago del pneumolgo che però ci ha fatto sorgere grossi dubbi....
Cosa ne pensate?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
le valutazioni del Chirurgo Vascolare che La segue sembrerebbero corrette e motivate.
Potrebbe essere corretto esternargli le preoccupazioni dello Pneumologo.