Utente 234XXX
Gentili Dottori,
sono confuso. Soffro di disfunzione erettile ormai da un po'. Ho tamponato con il viagra ogni tanto prescrittomi dal medico di base, ho consultato un andrologo specializzato in psicosessuologia che ho deciso di lasciare alla seconda seduta quando mi ha previsto 25 sedute dicendomi che nemmeno mi assicurava una guarigione (sfiducia, imbarazzo, costi troppo alti nell'insieme), Ora non riesco più a fare sesso senza 25 mg di viagra.Evito di raccontare tutte le vicissitudini e come sto vivendo male la mia vita sessuale perchè la mia domanda è una sola.
Una volta accertato che non vi siano problemi di tipo fisico (mi sono state prescritte tutte le analisi del sangue e delle urine e visita urologica che farò nei prossimi giorni e spero non rilevino problemi seri), esiste un iter o un protocollo OMS particolare del tipo prima psichiatra e poi psicologo? So che siamo tutti diversi ma vorrei risollvere il problema battendo una strada che mi faccia sentire sicuro e fiducioso. Scusate la mia ignoranza, cordialmente vi ringrazio se vorrete darmi un consiglio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,prima di affrontare il percorso psicosessuologico,mi sembra esiziale che venga posta una diagnosi andrologica basata sull'esame obiettivo,l'anamnesi,la valutazione ormonale,vascolare e quant'altro si evidenzi dalla visita specialistica.L'assunzione del sildenafil,senza una rigorosa diagnosi, può,paradossalmente, confondere il quadro clinico.Cordialità