Utente 359XXX
Buongiorno gentilissimi Dottori. Sono un uomo di 46 anni e leggermente ansioso. Per fortuna godo di una buona salute. Ho fatto l'antitetanica da bambino e poi quella obbligatoria durante il servizio militare nel 1989. Ora a distanza di 25 anni mi sono deciso ad effettuare il richiamo (trivalente) che mi garantisce la copertura per i prossimi 10 anni. Oggi purtroppo leggendo su internet mi sono alquanto spaventato perchè ho letto che tale vaccino potrebbe provocare danni seri al sistema immunitario (malattie autoimmuni) malattie come la sclerorisi multipla. Vi chiedo se questo è effettivamente vero e se fosse così dopo quanto tempo come nel caso della sclerosi multipla si potrebbero avere i primi sintomi. Nelle prime 24 ore dopo il vaccino non ho avuto nessuna reazione collaterale. Ringrazio ed invio i mie più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
L'esposizione vaccinale è un evento per cui si stima un rischio di autoimmunità minimo.
Riguardo alla questione particolare della sclerosi multipla in seguito a vaccinazione antitetanica, non esistono segnalazioni in letteratura.
Il beneficio della protezione verso il tetano supera infinitamente il rischio.
Saluti,