Utente 359XXX
Salve,
ho 24 anni e 3 anni fa mi sono sottoposto ad una circoncisione totale con relativa frenuloplastica; ovviamente gli interventi sono stati necessari in quanto soffrivo di parafimosi e frenulo corto, (riscontrato anche varicocele al testicolo sinistro).
Ad oggi il glande è normalmente meno sensibile di una volta, il frenulo è più lungo e non tende ad "abbassare" il glande e la pelle su cui vi erano i punti è stata praticamente riassorbita. Dal controllo effettuato l'anno scorso con il mio andrologo/urologo che mi ha operato, tutto va per il meglio.
Fatte le doverose premesse espongo il mio problema o dubbio che dir si voglia.

Durante i rapporti sessuali e di autoerotismo noto che soffro di una notevole ipersensibilità al frenulo, con, a mio avviso, conseguente eiaculazione precoce.
Tramite autoerotismo ho notato come toccando o "allungando" il solo frenulo (tirando la pelle dell'asta verso il ventre), riesca ad eiaculare in poco tempo, a volte anche con pene non in erezione.
Tuttavia se tocco, sfioro l'asta ed il glande, la cosa non avviene.
La stessa condizione la ottengo con il sesso orale se l'unica zona interessata è appunto il frenulo.

Inizialmente pensavo che il mio problema fosse dovuto ai "tempi di attesa" del post-operazione, ma passati 3 anni direi che sotto c'è altro.

E' possibile che il mio frenulo sia così sensibile dopo un intervento di frenuloplastica avvenuto 3 anni fa? Come posso risolvere il problema? Devo fare un secondo intervento perché qualche cosa è andata storta?

Preciso che non soffro di ansia da prestazione, non sono stressato e questa condizione è presenta da quando sono stato operato. Durante questi anni ho cambiato 2 partner, quindi il problema della sensibilità e relativa eiaculazione precoce non sono attribuibili allo stato emotivo della coppia.

Non ho ancora avuto modo di parlare con il medico che mi ha operato in quanto non è raggiungibile per almeno un mese.

Chiedo a voi un consiglio, grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
lei soffre di eiaculazione precoce e e l' ipersensibilità nulla ha a che fare con intervento. Pertaqnto si faccia vedere dal collega e veda se il suo problema è fisico o psicologico.Lo si capisce solo visitanmdo dal vivo.
[#2] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risposta Dottor Cavallini però mi sorge un dubbio.
Com'è possibile che io possa soffri di eiaculazione precoce in maniera localizzata?
Mi spiego meglio: durante il rapporto sessuale non ho problemi di eiaculazione precoce, né tanto meno con qualsiasi altro rapporto, il problema si verifica quando la zona interessata è il frenulo; sebbene la zona (frenulo) sia comunque stimolato durante un qualsiasi rapporto ovviamente!

E' possibile che io sia ipersensibile solo sul frenulo e non in qualsiasi altra parte dell'organo?

Parlando terra terra, durante una normale masturbazione (che interessa tutto il pene) non ha problemi di eiaculazione.
Durante una masturbazione circoscritta alla sola zona frenulo inizio ad eiaculare.
Com'è possibile? vi è qualche disturbo in particolare?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non è localizzata, è la sua ansia che focalizza lì: disturbo comune. Pralando terra terrra un conto è masturbarsi un conto è avere rapporto sessuale. Vuol mettere?