Utente 171XXX
buongiorno, ringrazio anticipatamente per il consulto che riguarda mia mamma, che soffre di artrite reumatoide in terapia con farmaci biologici. In Tao per ictus nel 2008, soffre anche di fibrillazione atriale. età70. Ha fatto un ecocardiogramma i cui esiti sono: atrio sx liev. dilatato (42 mm x 56 cm2)ventr. sx ai limiti superiori (dtd 56mm)radice aortica dilatata al bulbo 42 mm con valvola aortica tricuspidata fibrotica non stenotica lievemente insufficiente.valvola mitrale fibrotica lievemente insufficiente.lieve insufficienza tricuspidalica con pap di circa 43 mmhgnon masse endovitarie.piccolo versamento pericardico evidente sulla parete inf. e sul contorno dell''atrio dx.Il radiologo ha detto che non c''è nulla di cui preoccuparsi, ma volevo anche la vostra opinione.In particolare, in versamento pericardico è dovuto ad un''infezione? (mia mamma da quando è in terapia coi biologici, soffre di diverse infezioni dermatologiche ed urinarie-sono dovute ad effetti collaterali dei farmaci biologici?).Grazie ancora e scusate per la lunghezza del post

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lei ha fornito dei dati incompleti dal punto di vista clinico e non leggibili...la pregherei di riformulare la domanda in maniera più corretta.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
me ne scuso, ma ho fatto copia incolla. Al momento non ho più con me l'esame, quello che mi interessa è il leggero versamento pericardico, è un problema serio?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore, noi siamo dei medici e non possiamo "vedere" a distanza e fare diagnosi senza visionare risultati di esami e senza visitare la paziente..... Per rispondere alla sua domanda le consiglio di affidarsi ad un cardiologo di sua fiducia, che potrà stabilire, attraverso dati clinici e di laboratorio, se il versamento pericardico è da trattare e in che modo (e se sia o meno legato ad una infezione). Io posso solo dirle che un piccolo versamento difficilmente è secondario a quello che sospetta, ma potrebbe essere legato ad un processo infiammatorio in relazione all'artrite reumatoide.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
ok grazie per l'interessamento!