Utente 166XXX
Salve, sono un uomo di 48 anni.
Da qualche tempo noto un fatto particolare che non so se sia normale oppure se sarebbe consigliabile indagare. In pratica mi accade questo: se stendo un braccio verso l'alto e l'altro lo tengo steso verso il basso, anche solo per una manciata di secondi, osservo che le mani assumono due colorazioni molto diverse: quella in alto assume un colore pallido, mentre quella in basso diventa rossastra; quando porto le mani allo stesso livello, esse assumono in pochi secondi lo stesso colorito, di un colore intermedio. Ciò alla mia età è assolutamente normale oppure può essere inteso come sintomo di qualcosa? In quest'ultimo caso da cosa può dipendere? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
per quanto interpretabile a distanza e nella impossibilità di verificare il fenomeno "in diretta", quanto riferisce sembrerebbe rientrare nella normalità.
L'uso di alcuni farmaci (antiipertensivi, ecc.) potrebbe accentuare il fenomeno.
[#2] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore, intanto la ringrazio per la gentile risposta e comprendo bene che rientriamo dei grossi limiti di una valutazione a distanza.
Vorrei aggiungere che il fenomeno in realtà interessa non solo le mani ma anche le braccia e che le falangette restano sempre un pò più chiare rispetto al resto delle dita.
Quanto all'assunzione di farmaci, ha perfettamente ragione: effettivamente assumo betabloccante (bisoprololo) anche se a basse dosi. Mi piacerebbe sapere più in particolare quali effetti comporta questo tipo di farmaco a livello di circolazione degli arti superiori. Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
E' possibile che la vasodilatazione indotta dal farmaco accentui un fenomeno che è da ritenersi normale.