Utente 360XXX
Buongiorno,
vi scrivo perchè a breve ho la visita per l'intervento del varicocele bilaterale + cisti epididimo dx.
premetto che sono una persona molto ansiosa e quello che mi preoccupa tanto e solo l'anestesia.
volevo sapere se posso scegliere io, preferirei la locali o proprio esagerando la spinale.
se solo penso all'anestesia totale entro in crisi con la paura di non risvegliarmi.
volevo sapere se quindi si puo' scegliere perchè e una cosa che non riuscirei assolutamente ad accettare.
Aspetto una vostra risposta perche questo problema mi sta martoriando il cervello e rischio di non arrivare tranquillo all'intervento.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buona sera, lei deve fare presente i suoi timori al suo anestesista quando farà la visita preoperatoria e lui potrà, dopo aver presa visione di tutta la documentazione clinica, averla visitata ed aver raccolto l'anamnesi , valutare cosa sia meglio per lei e per la corretta esecuzione dell'intervento.
L'anestesia "non si può scegliere" anche perchè spesso quello che vorremmo non è adeguato o peggio ci farebbe correre dei rischi.
La decisione spetta all'anestesista che conosce e sa cosa è meglio. Naturalmente lui terrà sempre presente i desideri del suo paziente e nei limiti del possibile cercherà di "accontentarlo".
Stia tranquillo, saluti.
[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Dott.ssa grazie della risposta.
volevo comunque chiedere se l'intervento che devo fare l'anestesia spinale o locale si esclusa a priori.
perchè ho dei conoscente che sono stati operati al mio stesso problema e non hanno mai fatto anestesia totale, quello che mi chiedevo e che essendo bilaterale fosse obbligatorio fare la totale.
cioè pur di stare tranquillo preferire fare l'intervento in due volte prima sx e poi dx non riesco ad accettare comuqnue l'anestesia generale, è un mio limite ma entro in sala operatoria con l'idea di non risvegliarmi.
non riesco a capire quali sono gli elementi da valutare se fare la locale/spinale o la totale, sarebbe cosi gentile da spiegarmelo?
ringrazio per la vostra gentilezza,aspetto una vostra risposta.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno, un ruolo molto importante è rivestito dai protocolli e desideri del chirurgo, che in anestesia locale (specialmente senza sedazione) dice di avere un paziente non perfettamente rilasciato e che talvolta ( esendo sveglio è più che verosimile) si muove.
Anche se in minor misura simili problemi si possono verificare anche con la spinale (lei dormirebbe solo dalla vita in giù): mi è capitato spesso che un paziente sveglio ad un certo punto si stancasse, specie se l'intervento non è brevissimo ed il suo non lo è essendo bilaterale, e cominciasse a lamentarsi e muoversi fino al punto di rendere impossibile la prosecuzione dell'intervento senza addormentarlo. A questo punto gli sono state somministrate di fatto due anestesie cosa che non è il massimo.
La locale io non la consiglio anche perchè, essendo bilaterale è probabile che si debba usare parecchio anestetico sfiorando così le dosi al limite della tossicità, la spinale dipende dal suo grado di motivazione, dopo essere stato informato di tutto sull'andamento di una sala operatoria compresa la non comodità del lettino, del fatto che si sente toccare, si sentono i rumori e le voci etc.....
Non le consiglio nemmeno di fare l'intervento in due volte, se il chirurgo ha dato l'indicazione al bilaterale: un accesso in sala operatoria è sempre impegnativo, perchè farlo due volte se non è necessario?
Comunque ripeto, ne parli col suo anestesista che conosce i protocolli del posto, anche perchè lei poi gli dovrà firmare un consenso informato.
Saluti.