Utente 360XXX
Buongiorno
Sono un ragazzo di 20 anni che da qualche anno ho notato un sintomo che mi desta preoccupazioni,la tachicardia,e per tale ragione ho eseguito vari esami, innanzitutto premetto che ho scoperto questo sintomo per caso,nel senso che mi trovavo qualche anno fa in un bar con gli amici e avvertivo il battito accelerato,rivolto ad un cardiologo mi ha eseguito un ECG basale:freq 95 bm BBDX incompleto,un ecocardio che non rilevava nulla di anomalo(ora non ho il referto ma ricordo che era uscito nella norma),e un ECG holter 24 h che all epoca rilevo una frequenza media di 94 bm minima 56 alle ora 1:30 e max 125 bm,assenza di BESV e BEV.Secondo il parere del cardiologo non avevo nulla di rilevante apparte una lieve tachicardia sinusale,avevo 17 anni anni quando esegui queste indagini ed ero nel pieno dell'adolescenza,avevo continue emozioni:uscire con ragazze,amici ecc.....Una volta eseguiti questi esami,mi tranquillizai e non ci pensai più,anche se avvertivo questa tachicardia decisi di non dargli peso,fin quando qualche mese fa ero all'università e mi capitò di avvertire anche qualche extrasistole,oltre che la tachicardia,rivolto di nuovo al cardiologo,abbiamo deciso di approfondire la situazione:
applico un nuovo holter 24h ECG:frequenza media 87bm,minima 52 alle ore 3:00 e max 119,9 extrasistoli ventricolari,assenza di RUN.
Test da sforzo cicloergometrico:freq iniziale 92 bm, 130\80 PA max raggiunta 184 bm Pa 180\90 (4 stadio) buon recupero fisiologico della frequenza e pressorio,assenza di aritmie sotto sforzo.
eseguo un nuovo Ecocardio che non rileva nulla come il precedente.
Emocromo+ esami tiroidei compreso l'antiperossidasi e l'antitiroglobulina:usciti nella norma anche il TSH era 0,800 (0,400-3,00)
ECo-reni e surreni:uscito nella norma ,cortisolo ematico ACTH entrambi usciti nella norma.
Il cardiologo attribuisce la mia frequenza a un fattore emotivo,ma io sinceramente ho questa frequenza anche quando sono calmo.Ho deciso cosi ti rilevare la mia frequenza cardiaca in varie fasi della giornata con un saturimetro che ho a disposizione in casa (era di mia nonna).Le frequenza che riporto le ho misurate in posizione seduta:
ore 8:30: 78bm
ore 10:00(un ora dopo colazione): 98 bm
ore 13:00(prima di pranzo):84 bm
ore 14:30(dopo pranzo):100bm
ore 16:30:94bm
ore 18:30:90bm
ore 19:30:85bm
ore 21:30(dopo cenato):94 bm
ore 23:00:83 bm
ore 1:00: 73 bm
-Ho notato che generalmente ho una frequenza leggermente alta di giorno ma di notte,e anche prima che vado a dormire la frequenza si abbassa sui 70-75 bm scendendo sui 50 bm nelle ore notturne.Voi che ne pensate di tali frequenze?Sono eccessivamente alte?
Un grazie in anticipo allo staff.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
La frequenza carriaca come tutte le variabili biologiche varia da soggetto a soggetto.
Lei ha eseguito molti accertamenti che non hanno riportato reperti patologici significativi.
Deve comunque considerare che una frequenza tra i 50/60 e i 100 battiti a riposo può essere considerata normale; seppur in un giovane ci si potrebbe aspettare delle frequenze meno elevate, comunque anche i valori che lei riferisce dalla autorilevazone sembrano sempre in un range di normalità come è fisiologico un calo notturno della frequenza cardiaca.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille Dottore,vorrei chiederle un ultima cosa se permette:ultimamente mi trovo a fare esami universitari in breve tempo e mi accorgo che mi trovo in un periodo di stress-emotivo,e ritrovo la frequenza più elevata del solito,in pratica mi capita di misurarmi il battito nelle ore pomeridiane e in piedi rilevo 108 bm mentre seduto scende a 95,poichè passo la maggior parte del tempo in piedi,secondo lei tali frequenze danneggerebbero il cuore?grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
È normale che in piedi la frequenza possa essere lievemente più elevata. Provi a misurare la frequenza qualche minuto dopo essersi seduto ed in momenti di maggiore rilassatezza, cosi facendo dovrebbe trovarla più bassa proprio come succede di notte e nel sonno.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Capisco Dottore,dato che svolgo una vita abbastanza sedentaria,svolgendo attività fisica secondo lei la frequenza potrebbe ridursi?...nessuno ha voluto darmi il betabloccante secondo lei con tali frequenza lo prescriverebbe a un suo paziente?grazie mille ancora.
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Sicuramente l'attività fisica se svolta regolarmente potrebbe ridurre la frequenza cardiaca.
In assenza di una causa sottostante attenderei nel prescrivere farmaci, soprattutto se la frequenza si mantenesse comunque in un range di normalità.
[#6] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille di tutto Dottore,il valore del TSH 0,740,non potrebbe essere responsabile della tachicardia?
[#7] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Il TSH si trova all'interno dei limiti di normalita' che ha riportato, pertanto non dovrebbe essere correlato alla tachicardia (lei peraltro prima aveva scritto 0.80, che comunque risulta nei limiti riportati).
Cordiali saluti