Utente 357XXX
Buonasera allo staff medico,vorrei esporre un mio dubbio,magari banale ,ma che mi crea preoccupazioni:questo pomerigio mi sono ritrovato in una situazione abbastanza stressante,un esame universitario atteso,e mi sono reso conto che durante l'attesa del mio turno,avvertivo palpitazioni e vampate al volto,avevo sui 110-120 bm(studio infermeristica,percio so contare i battiti),durante l'esame la frequenza era ancora più alta si aggirava tranquillamente sui 130 bm tutto ciò per 30 minuti,provato a misurarmi la pressione dopo l'esame,ero un attimino più calmo e ho riscontrato 160\90 chissa a quanto sara salita durante l'esame....per scrupolo l'ho misurata a casa e avevo 120\80.Premetto che ho eseguito un ECG ed ecocardio qualche mese fa per controlllo,usciti nella norma.Secondo voi eventi stressanti come questi,con ipertensione e tachicardia,ripeto,non so a quanto mi sara salita,ma vi posso assicurare che era altina,possono danneggiare il cuore e altri organi?grazie mille,e mi scuso per la domanda banale.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
8% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
in momenti di stress fisico e/o psicologico può essere normale un incremento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa senza che questo crei problemi particolari.
Una misurazione unica della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca non deve fare allarmare, potrebbe semplicemente controllarle per qualche giorno per valutare quale sia l'andamento in una situazione di normalità.

Cordiali saluti
Alessandro Durante