Utente 341XXX
Sono un ragazzo maschio di 23 anni e vivo in Ontario.

Da 7 mesi ho una serie di linfonodi ingrossati nel collo. Dopo aver pazientato, alcune settimane fa mi sono recato dal medico che, alla fine, mi ha prescritto degli esami, ma sono risultati tutti negativi!

Innanzitutto, al tatto i linfonodi sono tutti "non pericolosi", come confermato da due medici (uno in Italia, uno qui in Canada).

Risultato dell'ecografia:
"There are multiple bilateral jugular chain lymph nodes. The largest on the right measures 3.1 x 0.7 cm and the largest on the left measures 2.9 x 0.7 cm. These lymph nodes have little echogenic hiliar fat and therefore could be reactive or pathologic in nature. No underlying cyst or separate mass."

Anche gli esami del sangue sono tutti all'interno dei valori standard. Riporto solo i nomi degli esami fatti (se servono i risultati esatti, li scrivo in risposta):
HEMATOLOGY:
- Hemoglobin
- Hematocrit
- WBC count
- RBC count
- MCV
- MCH
- MCHC
- RDW
- Platelet count
- Absolute: Neutros, Lymph, Mono, Eos, Baso
- ESR
- hs-CRP

CHEMISTRY:
- Creatinine
- eGFR
- ALT

Tutti i risultati sono normali.

In aggiunta, mi hanno richiesto di fare un test HIV (rapido, con accuratezza del 99.7%), risultato reattivo/negativo. Questo test copre gli ultimi 3/4 mesi, quindi quando i linfonodi si erano ingrossati già da 3 (non ho altri sintomi che facciano pensare ad HIV, comunque, e non ho avuto comportamenti particolarmente a rischio).

Secondo voi da cosa può essere causato?
I linfonodi sono cresciuti un po' da quando ho chiesto un primo consulto, un mese dopo la loro comparsa (e mi è stato consigliato di sentire un medico, come ho fatto ora). Tuttavia, negli ultimi 2-3 mesi mi sembrano (al tatto) rimasti stabili.

Se può essere rilevante, faccio presente che ho diverse allergie respiratorie/stagionali. Tuttavia, non mi era mai capitato in passato di rilevare linfonodi così ingrossati (palpabili) sul collo.
Sono apparsi per la prima volta assieme ad un mal di gola, il quale però si è rivelato essere solamente psicosomatico, dovuto all'intenso stress (confermato da otorino, in Italia, con fibra ottica: non c'era alcuna infiammazione o infezione, ma al massimo un po' di rossore in gola). Da quel periodo, però, i linfonodi non si sono più ridotti, e comincio ad essere un po' preoccupato per la loro causa.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive e in considerazione degli esami e delle verifiche cliniche è probabile che si tratti di LINFONODI REATTIVI, che possono persistere ingrossati anche per lungo tempo.

La prima cosa da fare è staccare dal suo.....PC

Legga perché

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html

Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
Salve dottore, non l'ho mai ringraziata per la risposta.
Purtroppo il mio problema continua a persistere, e a questo punto sono preoccupato anche senza guardare su Internet (ha ragione che mette solo paura, ma a questo punto sono molto preoccupato di mio).

Nel frattempo, dal mio ultimo post, mi hanno mandato a fare una visita da uno specialista in "internal medicine" (credo che sia una professione più anglosassone, non ho mai sentito equivalenti in Italia).
Mi ha prescritto ulteriori esami del sangue e una RX torace.

L'RX torace, consigliata per un sospetto di TBC, è risultata pulita.
Dagli esami del sangue, l'unica novità è stata scoprire che in passato ho avuto la mononucleosi. Tuttavia, non è stato possibile dare una data all'infezione. Di certo non è stata questa la causa scatenante, dato che quando i primi linfonodi si sono ingrossati stavo frequentando una ragazza che da allora è stata testata 4 volte (sempre negative) per la mononuclosi (lei ha frequenti tonisilliti, da allora).

Il medico stesso mi ha detto che sta un po' brancolando nel buio e non ha idea di cosa possa causare i miei sintomi.
Tuttavia, durante l'ultima visita gli è sembrato di sentire un linfonodi ingrossato anche sotto l'ascella destra. E nel frattempo io sento "un qualcosa" sotto la pelle del torace, tra le scapole e i seni (entrambi i lati).

Più passa il tempo e più sono preoccupato. In famiglia c'è stato un caso di linfoma (uno zio, non consanguineo, che sta lottando contro la malattia da oltre 10 anni) e la sola idea mi terrorizza parecchio.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si, però Lei non sta seguendo il mio consiglio

Legga perché

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.