Utente 776XXX
Gentilissimi esperti, sono un ragazzo di 27 anni da circa 6 mesi soffro in modo non continuativo di un infiammazione al glande.La piu grave si è verificata circa 2 mesi fa procurandomi tagli al frenulo e vere e proprie bruciature sulla pelle esterna del pene, con conseguente restringimento della a suddetta pelle che mi impediva quasi completamente di "scappellare"(scusate la mia ignoranza), il tutto quasi risolto facendo uso di trofodermin pomata ed astenendomi dal sesso.Preciso che non ho mai avuto problemi di alcun genere, e specifico inoltre che in tale periodo la mia ragazza soffriva di una vulvovaginite micotica.Ora il problema sembra nuovamente ripresentatosi non però in maniera grave come la prima volta, pero mi procura un intenso bruciore quando cerco di avere rapporti.Un ultima cosa il glande presenta piccole macchioline rossastre.Vi ringrazio anticipatamente qualora vogliate consigliarmi.Grazie ed a presto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

il suo problema è ineluttabilmente riconducibile ad una patologia della cute e delle mucose genitali: mi sembra corretto per la valutazione di questi parametri, ed in virtù di svariate situazioni non tutte per forza infettive (vedi lichen sclerosus) che possono primariamente insorgenere con morfe similari, ricondurla all'esperto di queste condizioni, ovvero il Venereologo dermatologo.

cari saluti e ci tenga pure informatii.