Utente 360XXX
Buongiorno,

Mi chiamo Luca. Ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte che ricevero'.

A seguito di una dorsolombalgia persistente ho eseguito una RM con i seguenti risultati:

Lieve cifosi della colonna dorsale per via di leggera deformazione del corpo vertebrale D7, di vecchia data, senza esiti posttraumatici.

I dischi intervertebrali dorsali da D6 a D11 sono leggermente assottigliati e presentano protrusioni postero-mediane che improntano leggermente il sacco durale e anche il midollo spinale.

Lieve allargamento del canale spinale centrale ai sudetti livelli in relazione a parziale sirinx.

Non si evidenziano lesioni posttraumatiche a livello osseo dorso-lombare e a livello e intracanalare.

Non ernire o potrusioni discali a livello lombare.
Midollo spinale privo di lesioni.


Putroppo non conoscendo i termini medici non riesco a comprendere appieno la mia situazione.

Queste sono le mie domande:

1- La mia situazione e' grave? Ci sono possibilita' di recupero totali?

2- Posso svolgere dell'attivita' sportiva? Nello specifico se posso andare in Palestra o e' sconsigliato.

3- Come posso aver provocato questa mia condizione della schiena? Premetto che vado spesso in palestra ( 4 volte a settimana) e faccio sollevamento pesi. Lavoro sedentario.

4- Come posso migliorare o guarire?
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
1) e 2) - Impossibile esprimere un parere solo leggendo un referto. La RMN non ha nessun significato clinico da sé sola ma acquista rilievo solo quando va a completare la visita specialistica integrandosi con quanto emerso dall'esame clinico. Per prima cosa bisogna individuare le cause della "dorsolombalgia", non escludendo che potrebbe essere conseguenza di un'attività fisica sproporzionata alle Sue possibilità.
3) potrebbe essere conseguenza di una sofferenza delle cartilagini dei corpi vertebrali nell'adolescenza, un atteggiamento scorretto della colonna dorsale, una attività fisica esagerata soprattutto nel periodo dell'accrescimento (e sollevare pesi può peggiorare la situazione)
4) per migliorare (la situazione descritta è irreversibile, quindi non si può "guarire" ) bisogna per prima cosa stabilire la diagnosi, dopo di che si può decidere quali cure fisiche possono essere utili per ridurre il dolore e quali attività possono essere svolte

Mostri quindi le immagini della RMN al medico che l'ha prescritta perché completi con esse la visita e decida il da farsi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio dottore per la sua pronta risposta, non manchero' di mostrare la RMN al mio medico curante.

Cordiali Saluti,

Luca