Utente 313XXX
Salve sono un ragazzo di 25 anni che pratica regolarmente sport 4 volte a settimana (pugilato e corsa).
Dopo diversi fastidi al nervo sciatico ho deciso di effettuare una risonanza magnetica la quale mi ha dato la seguente risposta:


- A livello L4-L5 si apprezza protrusione discale a sede mediana e paramediana sinistra.
- A livello La - S1 si apprezza altra lieve protrusione discale a sede mediana e paramediana bilaterale, con impronta sul sacco durale.

Ora ho avuto due diversi consigli uno dalla dottoressa che mi ha svolto la risonanza e un altro dal mio ortopedico, siccome le cure erano piuttosto discordanti mi rivolgo a voi chiedendo cosa sia meglio se una cura fatta di Tecar o della ginnastica correttiva con manipolazione?

E in più posso correre? posso fare qualunque sport? a cosa devo stare attento.

Aspetto con ansia vs risposte per capire cosa fare.

Sono due mesi che non mi alleno per paura di un ernia.

Da una parte fare le tecar so che mi aiuterebbe nel breve periodo ma non so se sia effecacia ai fini della mia postura.

andare da un posturologo?

Sono tante domande per i miei tanti dubbi.

Grazie anticipatamente per qualunque risposta

Alessandro
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Impossibile dirLe cosa fare solo in base a un referto. La RMN non ha nessun significato clinico da sé sola ma acquista rilievo solo quando va a completare la visita specialistica integrandosi con quanto emerso dall'esame clinico. Lo specialista di riferimento è l'Ortopedico (e non certo il Radiologo, che non penso L'abbia visitata). In presenza di patologie discali va abbandonata la corsa, ma anche gran parte degli sport costituisce un rischio, ad eccezione del nuoto ma solo libero e dorso. Non avendoLa visitata e non conoscendo il tipo di disturbi,non so perché Le siano state prescritte tecarterapia, ginnastica correttiva e manipolazioni. Penso che sia opportuno che si faccia visitare da un medico fisiatra esperto per decidere un programma mirato a ridurre il dolore, pur tenendo presente che non c'è terapia che possa fare regredire la degenerazione dei dischi. Lui stesso, dopo averLa visitata, sarà in grado di dare consigli fondati anche su come comportarsi.
Cordiali saluti