Utente 281XXX
Sono una donna di 53 anni sono alta 1.62 e peso 79 Kg, in menopausa da pochi mesi , ho due ernie al disco zona lombare, che al momento non mi danno fastidio , ma da un paio di mesi sto avendo problemi all'anca sinistra , nel senso che durante la giornata non ho fastidi , sono un'impiegata e trascorro molte ore seduta, ma la sera quando mi metto a letto nella posizione laterale sinistra inizia il dolore all'anca sinistra e muscolo della coscia posteriore e sono costretta per poter riposare a dormire a pancia all'aria , perchè anche se mi giro sull'altro lato è meno doloroso ma comunque mi da fastidio. Ho fatto una radiografia che rileva solo note di coxartrosi bilaterali, dalla moc femorale non risulta niente , il medico di famiglia mi ha dato per 5 gg. dicloreum da 100mg e sirdalud di sera ,perchè dice è solo una semplice infiammazione dall'articolazione , la situazione è migliorata per un pò ma poi dopo pochi giorni dalla sospensione (perchè avevo fastidi allo stomaco ) è ritornata la stessa. Adesso sono in attesa di una visita ortopedica.
Ho letto tanti quesiti sull'argomento però non ho trovato nessun caso che parli di questo dolore solo di notte e da pressione sulla parte. La ringrazio se potesse darmi Lei qualche indicazione più dettagliata , perchè la ricerca va avanti ma le diagnosi specie nei piccoli paesi sono sempre molto superficiali e si è costretti ad andare fuori . Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
L'ortopedico risolverà il dubbio: valuterà se il dolore è a partenza dall'articolazione fra femore e bacino e quindi localizzato soprattutto all'inguine, o se invece dal gran trocantere, quell'osso che si palpa più o meno in corrispondenza delle tasche dei pantaloni. In questo caso è solo un problema dei tendini che vi si inseriscono, e una terapia fisica mirata risulterà efficace. Impossibile stabilirlo a distanza, senza la visita diretta.
Cordiali saluti