Utente 216XXX
buonasera gentili dottori a distanza di due anni ho ripetuto il doppler tsa x le carotidi avendo sempre un p'ò il colesterolo alto( massimo avuto 235, ora ce l'ho a208 e a 45 ilcolester. hdl) due anni fa non emergeva nulla tranne un iniziale ispessimento, ora vi leggo il referto
Arterie carotidi comuni regolari x decorso e calibro con normali velocimetrie doppler di circa 90 cm al sec.

ispessimento intima media di 0.7 - 0.8 mm.
alla bulbo biforcazione carotidea interna di sinistra, parete posteriore, ispessimento intimale di 1.4 mm x una estensione di 5.7 mm riferibile a zona di deposito lipidico.

alla bulbo biforc. carot. interna di des. ispess. intimale di 0.94mm x 5.6 sulla parete anteriore .

regolare le velocimetrie doppler distali delle arterie carotidi interne
arterie vertebrali con flusso ortodromico e regolare ir

questo è quanto ......che devo fare....? il mio medico dice che devo iniziare la cardioaspirina io non so se è il caso di approfodire meglio con un consulto cardiologico o cosa....??

mi sento depresso perche penso che prima o poi arrivera l'infarto ho 46 anni. grazie x le vostre risposte saluti....:-(

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
8% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
I Dati riportati dal so ecocolordoppler dei tronchi sovraaortici non mostrano placche (restringimenti) significative da un punto di vista emodinamico. Ciò che si osserva è un ispessimento miointimale, ossia della parete del vaso.
Sulla cardioaspirina in prevenzione primaria ci sono diversi pareri.
Pur non conoscendo la sua storia bene come il suo medico e quindi non potendo esprimermi nel suo caso in particolare, in generale ritengo che la cardioaspirina possa avere benefici anche in prevenzione primaria (ossia in pazienti che non hanno una malattia cardiovascolare, ma che hanno dei fattori di rischio come nel suo caso colesterolo ai limiti e ispessimento miointimale).
Certamente potrebbe essere utile eseguire una valutazione cardiologica per ricevere anche alcuni consigli sullo stile di vita.
Sicuramente una alimentazione sana e l'attività fisica rappresentano dei punti fondamentali anche della prevenzione primaria della malattie cardiovascolari come l'infarto.

Cordiali saluti,
Alessandro Durante