Utente 209XXX
Salve sono un ragazzo di 21 anni, in seguito a una frattura scomposta dell'omero sono stato operato in anestesia totale e locale:

sintesi con viti e fissatore esterno. Intervento complicato da stupor del nervo radiale che è stato isolato e si presenta integro.

Terapia: continua terapia personale. tachidol al bisogno.

Adesso sono 4 giorni che sono stato operato e ho i seguenti dubbi:
-) avverto sbalzi termici è sensazioni di febbre alta ogni giorno, con sudorazione molto spesso.
La febbre si aggira sempre tra i 37 e 37,5

-)per quanto riguarda lo stupor, potrò tornare a usare la mano oppure no?

-) quanto è il tempo di ripresa dall'intervento, ovvero quando mi sentirò meglio?

-) è normale non avere antibiotici prescritti, rischio infezioni?

Tutti mi rassicurano dicendo che la febbre e le varie sensazioni sono normali dopo un intervento in anestesia totale e dopo aver assunto morfina per 2 giorni, ma io sono molto preoccupato perche nojn vedo molti miglioramenti. aiutatemi a capire. grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

per quanto attiene allo stupor del nervo radiale, trattandosi di un danno solo funzionale (da contusione) e non anatomico, il recupero ci sarà.

Difficile però dire in quanto tempo.

La temperatura va monitorata prima dell'assunzione di antiinfiammatori.

Personalmente, una profilassi antibiotica mi farebbe sentire più tranquillo, ma sono decisioni che attengono alla responsabilità diretta del suo chirurgo.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Ho effettuato la visita dal chirurgo che mi ha operato e mi ha detto che ci sono buone probabilità della ripresa, in caso di sfortuna che non dovesse riprendersi c'è sempre un ''salvagente'' che è un intervento di aggiustamento in cui prendono tendini da altre parti, (non ho ben capito)

cosi ho le mie domande: (sono molto ansioso, e mi viene in mente molti dubbi):

-quando si parla di recupero, si parla del 100%?
se è cosi sara sicuro un recupero che anche se non è al cento per cento mi permetta di vivere normalmente ovvero guidare macchina ecc?

-se il nervo non dovesse riprendersi, cosa succederebbe? come sara il recupero? potro poi guidare ecc?

mi scuso l'insistenza ma è l'ansia che mi sta invadendo e vorrei sentire più pareri.

Inoltre una curiosità:

il fatto che seppur su tutto il dorso della mano abbia sensibilità ecc, ma in alcune parti dell'avambraccio meno quasi imprcettibile significa qualcosa? perchè il chirurgo mi ha detto che se sento sulla mano il nervo funziona tutto.

grazie di nuovo
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
L'entita' del recupero varia da caso a caso, potendo anche raggiungere il 100%.
[#4] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Intanto grazie per le risposte, un unica domanda (e ultima):

Per quanto riguarda la rimozione del fissatore:

c'è il rischio che si ricomprometta il nervo?

come avviene?