Utente 360XXX
48 ore post STEMI anteriore trattato con PTCA primaria su DA:
lieve aumento delle dimensioni del ventricolo SX
pericardio indenne
EF=45%
non segni di trombosi endocardica
acinesia dell'apice
ipocinesia del setto intervetricolare
normale funzione diastolica
normale morfologia delle valvole AV e semilunari
minima insufficienza valvolare mitralica

- 34 giorni post STEMI anteriore trattato con PTCA primaria su DA:
misure :
IVSd 0,919 cm
LVIDd 1,48 cm
IVSs 1,48 cm
LVIDs 3,67 cm
LVPWs 1,98 cm
Ao diam. rad. 3,18 cm
LA dimens. 4,24 cm
FS 26,8%
EF (teich) 51,9%
ipocinesia dell'apice
ipocinesia del setto intervetricolare
normale funzione diastolica
quali le differenze tra i due esami, si può allo stato stimare la funzionalità cardiaca residua, nel senso di conoscere la percentuale di muscolo cardiaco lasciato intatto dall'IMA?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La frazione d'eiezione è migliorata e questo è l'espressione di una ripresa della funzione cardiaca che fà sperare per il meglio (anche se ovviamente la parte di cuore andata incontro all'IMA non è recuperabile). Personalmente non sottovaluterei le dimensioni dell'atrio (che risulta ingrandito) poichè questo è un indice che ben si correla con l'insorgenza di fibrillazione atriale, un'aritmia che se presente (sintomatica o ancor più se asintomatica) necessita di terapia profilattica tromboembolica.
Cordialità