Utente 191XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo/uomo di 33 anni e vorrei chiedervi una risposta inmerito ad un mio dubbio.
a Gennaio dello scorso anno, dopo aver rimesso tre volte alla notte e avendo sempre dolori allo stomaco alla mattina presto sono andato al P.S. Dopo la prima visita mi hanno fatto un ecg e il medico era dubbioso, lo ha fatto vedere al cardiologo il quale ha consigliato di rifarlo dopo 60 minuti. Dopo aver rifatto l'ecg il medico ha detto tutto nulla lei è ansioso.
Potete immeginare la mia ansia, era alle stelle... Detto questo mio papà è andato dal medico curante con la cartella (dimenticavo che era un attacco influenzale infatti poi alle 11 del mattino avevo febbre 38) e gli ha chiesto cosa era venuto fuori e lui ha detto nulla è solo un battito in più (mi pare ripolarizzazione), cmq sul referto c'era scritto tratto st elevato rifare dopo 60 minuti e poi al risultato uguale hanno detto ok.
Il medico non ha fatto nulla, e io preso dai miei pensieri ho voluto fare una visita privata ed ho fatto un ecg e un eco, il medico mi ha detto che c'era ancora ma questo significava solo un cuore ben allenato e che non c'era nulla, anche l'eco era tutto ok.
La mie domande sono queste, ho giocato a calcio agonistico fino a 3 anni fa', possibile che mi sia venuto adesso e prima non avevo nulla? Perchè viene questa cosa ? possibile che abbia inciso il fatto che sono sempre e perennemente stressato e con ansia da 3 anni circa? Possibile che il mio cuore si sia allenato grazie all'ansia? fumo 10/15 sigarette al dì (so che fanno male ma non credo incidano in questo).
Ultima cosa, devo dire che soffro molto di digestione (magari dovuta all'ansia) e spesso ho risalita di acidi e gonfiore.
Vi ringrazio per la risposta che mi vorrete dare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Le modificazioni dell'ECG che coinvolgono il tratto St da come descritte sono legate ad un fenomeno che solitamente è tipico di chi ha fatto sport agonistico e non significa, in presenza di tutti i restanti parametri elettrocardiografici normali - come è il caso suo-, nulla. Se vuole un consiglio e vuole vivere bene si dimentichi del problema e si fidi dei due specialisti che ha interpellato. Se inizierà' a preoccuparsi per questa cosa, per la quale non si dimentichi è stato rassicurato da due specialisti il suo destino è vivere male e finire dallo psicologo
saluti
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Dr. Maccabelli è stato davvero molto gentile sia per la risposta sia per la celerità.
Prendo atto di quanto mi dice e cercherò di mettere in pratica il prima possibile.
Però quello che le chiedo (ed è l'ultima promesso :-) ), erchè viene fuori una volta che si smette come nel mio caso ? E poi perchè al P.S. il cardiologo ha visto il primo ecg e l'ha voluto rifare? questi sono i miei ultimi dubbi.

Non mi resta che ringraziarla nuovamente e augurarle buon lavoro
Cordialmente
[#3] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Non so dirLe che dubbi può' avere avuto in ogni caso quando un paziente si presenta in PS si è sempre un po più' "paranoici " nel valutare i dati prima di giungere alla diagnosi definitiva, rispetto ad una condizione di benessere in uno studio.Le alterazioni ECG inoltre possono inoltre avere significatiti diversi a seconda del paziente dei sintomi e della condizione patologica sottostante.
saluti
[#4] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Perfetto, allora posso stare tranquillo e non pesarci più.
Mi è venuta questa alterazione ma mi hanno rassicurato e detto che non è nulla, detto ciò inutile stare a preoccuparsi.

La ringrazio molto e le auguro buona giornata