Utente 361XXX
Gentili medici;
i sintomi sono iniziati anni fa con parestesie (sensazioni strane di intorpidimento, strisciamento sulla pelle) emisoma sx con particolare coinvolgimento della guancia e del polpaccio.
Assieme alle parestesie si manifestano spesso ritmiche contrazioni muscolari in varie parti del corpo che talvolta sono così fini che sembrano vibrazioni ed inoltre la gamba sx diviene rigida in condizioni di riposo, in quanto involontariamente e senza dolore e fatica contraggo il muscolo gastrocnemio.

Subentra poi un disturbo visivo durato circa un'ora e mezza all' occhio sx in cui vedevo solo da vicino e sfuocato da lontano come se non avessi una lente negli occhiali (sono miope -2.75 entrambi occhi), ed a differenza di una prima ipotesi del medico di famiglia di ischemia retinica, sembra invece che rimanga in spasmo il cristallino (tutto da verificare); tale sintomo si è verificato a distanza di mesi anche all' occhio dx senza lasciare sequele.
Al primo episodio visivo mi recai al ps dove fui visitato da un oculista che non segnalò nessun problema riscontrato anche a carico del fondo dell' occhio, quindi mi indirizzò al centro stroke unit dove fui sottoposto ad accertamenti ematochimici e TAC troncoencefalica.
Tutti gli esami sono risultati nella norma ed ho eseguito anche una RMN cerebrale senza mdc in cui non sono evidenti alterazioni.
Il neurologo che mi segue non azzarda a fare ipotesi e vuole approfondire la situazione con una risonanza ad alto campo al gadolinio e scansioni a stato sottile.


Considerando che sia il medico di famiglia che il neurologo non si pronunciano sulle possibili cause del sintomo ritenendo il caso "strano" (hanno escluso solo neurite ottica per la durata limitata del disturbo), vorrei porvi queste domande:

1]Nelle ischemie retiniche il soggetto colpito vede male solo da lontano o anche da vicino?

2]Possibile che uno spasmo del muscolo ciliare che comanda la curvatura del cristallino duri più di un ora incessantemente?

3]Uno spasmo di accomodazione può coinvolgere un solo occhio?

4] Considerando l' ipotesi del mio medico di famiglia di ischemia, come si manifesta esattamente una ischemia retinica?

Durante l' episodio vedevo esattamente come se mancasse la lente negli occhiali (sfuocato ma non appannato) e se fissavo gli oggetti per alcuni secondi stando immobile la vista migliorava.
Percepivo bene colori ed il campo visivo era integro, così come vedevo bene da vicino, poi gradualmente ho iniziato a vederci come prima.

Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
a mio parere

NOIA

neuropatia ottica ischemica anteriore

indaghi in questo senso


a siena dottor Cosimo Mazzotta Clinica Oculistica Universitaria

a mio nome
[#2] dopo  
361250

dal 2015
Grazie della Sua risposta, Dr Luigi Marino.

Mi potrebbe spiegare cosa significa il termine anteriore del NOIA?
Cioè a che precisa parte dell' occhio sarebbe interessato il problema ischemico?

Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
NOIA = Neuropatia Ottica Ischemica Anteriore = nervo ottico

esegua per piacere anche visita neurologica per valutare una eventuale Sindrome demielinizzante
[#4] dopo  
361250

dal 2015
Questi sintomi di tipo neurologico (eccetto quelli oculari) sono ad andamento discontinuo, ma costanti: cioè le avverto tutti i giorni e alle volte di più e alle volte di meno soprattutto le parestesie, prima era la guancia a farmi confondere, adesso è più il polpaccio.
Quelli di sfuocamento della vista solo un episodio duraturo da occhio sx e alcuni brevi episodi occhio dx.
Scusandomi se inserisco cose che non hanno a che fare con l' oculistica: solo per far capire il quadro della situazione, soffro anche di inspiegabile disfunzione erettile piuttosto grave (mi vergogno pure a dire certe cose) con una certa incontinenza urinaria e sbalzi di umore improvvisi (forse sono un po stressato e ansioso!), che non so se collegarli al caso.
Per quanto riguarda le parestesie/spasmi davo colpa al lavoro pesante che svolgo (azienda di produzione casse in legno e affini per imballo), spesso costretto a stare ore in piedi con utensili pneumatici in mano soggetto a vibrazioni.

Il medico di famiglia vuole che esegua come riferito dal neurologo, la risonanza ad alto campo con gadolinio, + mi ha prescritto esami per rischio cardiovascolare (colesterolo hdl, trigliceridi, omocisteina, ecc.) e gli anticorpi per autoimmunità completi.

Grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
condivido le indicazioni del medico curante

ripeto potrebbe essere una malattia demielinizzante
[#6] dopo  
361250

dal 2015
Appena pronto qualcosa le farò sapere.

Grazie ancora
Distinti Saluti!