Utente 139XXX
Salve, mio padre (51 anni) in seguito ad un dolore toracico con difficoltà respiratoria, avvertito durante attività fisica, ha eseguito un RX toracica. L'esito è il seguente:

Esame eseguito nelle due proiezioni ortogonali. Non evidenza di alterazioni pleuro-parenchimali focali in atto. Ispessimento diffuso dell'interstizio peribroncovasale, con congestione e prominenza ilare bilaterale. Micronoduli fibrocalcifici in campo superiore sinistro da esiti. Seni costo-frenici liberi da versamento. Immagine cardiovascolare nei limiti della norma.

Nell'attesa di andare dal medico curante volevo sapere il significato di tale RX in relazione anche all'età di mio padre e se può essere evidenziato un significato patologico.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Aiello
36% attività
12% attualità
16% socialità
SCIACCA (AG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Gentile Utente,
dal referto che Lei riporta si denotano segni di sovraccarico dello spazio virtuale esistente tra i vasi e i bronchi/bronchioli polmonari, ovvero l'interstizio.
Con i limiti imposti dalla mancata visualizzazione delle immagini questo rilievo è, come descritto, abbastanza aspecifico potendo realizzarsi per molteplici condizioni. Per cercare di rendere l'idea si potrebbe immaginarlo come un filtro che può "sporcarsi" sia per condizioni dipendenti dai "condotti respiratori" (bronchi/bronchioli) che per problematiche dipendenti dai "condotti del sangue" (vasi polmonari). Queste condutture scorrono molto vicine tra loro e sono separate dall'interstizio ("filtro"). Non resta che interpretare questo rilievo in relazione ad un inquadramento clinico di più ampio respiro basato sulla visita clinica, esami di funzionalità respiratoria, abitudini di vita...patologie preesistenti...disturbi respiratoti...etc...
Anche gli altri rilievi riportati potrebbero essere consensuali.
I micronoduli fibrocalcifici possono essere esito di infezioni passate ad esempio.
Cordialità.