Utente 348XXX
Buongiorno,e grazie per l'attenzione,sono preoccupato per una situazione accaduta questa notte e temo che vi possano essere conseguenze:premetto che sono caratterialmente emotivo e ansioso,basta poco per aumentarmi il battito e la pressione arteriosa,ieri sera mi è capitato di stare con una ragazza per tutta la notte,la mia emotività ha preso il sopravvento,ad un tratto avvertivo forte calore generale e al volto,vertigini e lieve cefalea, misurando la PA avevo 180\100,da premettere che vi sono stati anche momenti in cui secondo me era ancora più alta...tutta la giornata di ieri sono stato impegnato fisicamente ed emotivamente per vari esami universitari,quindi questa notte gia in partenza ero stanco...questa mattina mi ritrovo a pesare un kg in meno,PA 120\85 forte stanchezza..secondo il vostro parere tale evento,o meglio dire tali eventi con rialzi pressori prolungati,possono provocare danni cardiaci?grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
Può talvolta capitare che in concomitanza a momento di stress fisico o psicologico ci siano rialzi della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa.
Per prima cosa, ma questo già lo immagina, divrebbe cercare di agitarsi il meno possibile.
Potrebbe poi provare a monitorare nel tempo i valori della sua pressione arteriosa per capire su quali valori si assesta e per non fare affidamento a una singola misurazione elevata.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille Dottore,misuro spesso la pressione arteriosa,e i valori si aggirano frequentemente sui 115\75,125\80 e anche il battito cardiaco si aggira sui 80-85 bm,quindi in normali condizioni ho una pressione buona,il problema nasce nelle situazioni emotive,nella mia psiche si instaura un circolo,mi spiego meglio,quando mi trovo in una situazione emotiva(tipo quella di ieri sera) inizio ad avvertire calore,palpitazioni,lieve vertigini e capisco che ho la pressione alta in queste occasioni,poi per la paura che in quel momento ho la pressione alta e possa accadermi qualcosa fisicamente, mi giunge l'ansia che non fa che peggiorare la situazione,insomma sono stato davvero male,da premettere che ho eseguito un ecocardio 4 mesi fa e un test da sforzo uscito nella norma ,anche sotto sforzo massimo (182 bm e PA 170\85),posso affermare per certo che la pressione subisce un brusco rialzo nei momenti emotivi...vi possono essere conseguenze o meglio l'episodio di ieri ( pressione 180\100) per diverse ore ha potuto crearmi problemi fisici? grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
i valori della pressione erano elevati, ma il rischio in tali situazioni non è principalmente cardiaco ma a carico di altri organi.
Data la sua giovane età il rischio è minore, ma rialzi improvvisi andrebbero comunque evitati.
Visto che i valori della pressione sotto sforzo sono nei limiti dovrebbe provare a "lavorare" sulla sua ansia.

Cordiali saluti,
Alessandro Durante
[#4] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
capisco Dottore,sto per dire una cosa magari "ridicola",ma è possibile che una pressione cosi abbia potuto creare un aneurisma cerebrale,per l' elevata pressione sulle pareti sanguigne con conseguente deformazione?ho delle preoccupazioni in merito a tale situazione ,grazie.
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
La formazione di aneurismi non è legata a singoli rialzi pressori.

Saluti
Alessandro Durante
[#6] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie ancora,come ultima cosa vorrei chiederle se in questi casi(dato che io assumevo goccie di Diazepam,prima di un esame) potrebbero essere utili delle goccie di codesto farmaco.
[#7] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Non è possibile dare indicazioni su questa tipologia di farmaci senza parlarle direttamente e senza porle delle domande.
Dovrebbe rivolgesi al suo medico per avere indicazioni più accurate.

Saluti
Alessandro Durante