Utente 361XXX
Gentili dottori,
ho 23 anni e da circa una settimana soffro di un fastidio che mi fa preoccupare molto. Premetto che sono un soggetto fortemente ansioso e ipocondriaco. Sto passando un periodo di forte stress. Non bevo e non fumo ma faccio ma faccio una vita molto sedentaria. Casa, lavoro (impiegato 8 ore al giorno al PC), casa. Da sempre ho la fobia di avere problemi al cuore, infarto ecc. Negli ultimi due anni ho avuto visite cardiologiche. L'ultima due mesi fa. Eco, ecg, prova da sforzo e anche un Ecotransesofageo. Cio che è emerso dalle visite sono state delle sporadiche extrasitoli sopraventciolari e ventircolari, blocco di branca destro e lieve insufficenza mitralica. Dopo l'ultima visita però ho accusato dei sintomi nuovi. Quello che più mi preoccupano sono:
- mi è successo per due volte di avere una strana senzione al petto di blocco e ascoltando il polso sentivo il cuore come se dovesse spingere più forte per battere (non sembrava la classica extrasitole)
- nausea e conati a vuoto che arrivano in determinate situazoni di agitazione.
- e quello che più preoccupa la pressione/ fastidio al petto che provo da una settimana per quasi tutto il giorno. Non è proprio un dolore ma un fastidio come un peso non ben localizzato. Sembra essere sotto le clavicole e ad entrambi i pettorali. A volte sembra al centro del petto e sento un peso anche alla bocca dello stomaco.

Questo fastidio mi preoccupa molto. Sono sintomo anomali che posso essee campanello d'allarme di infarto. Ho chiamato il cardiologo e medico di base mi hanno detto che è ansia di stare tranquillo e che può essere anche dato da posture sbaglaite.
Voelevo pero chiedere a voi se questa tipologia di dolore, durata può essee il cuore e se devo preoccuarmi.

Vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
8% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Buonasera,
Ovviamente è difficile rispondere solamente in base a quello che ci dice e senza poterle porre alcune domande come sicuramente hanno fatto il suo medico ed il cardiologo.
Seppur la caratteristica di sentire come un peso possa far pensare ad un dolore di tipo cardiaco, una durata cosi prolungata, interi giorni consecutivi, sembra strana.
Anche la sua storia non è molto dettagliata, non si capisce ad esempio il motivo per cui ha eseguito un eco transesofageo.
Le consiglio se dovesse continuare il dolore di rivlgersi come peraltro ha già fatto al suo medico ed al suo cardiologo che conoscendola possono darle sicuramente indicazioni piu precise.

Cordiali saluti,
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore la ringrazio per la risposta. Feci un ecotransesofageo perché avevo sempre battiti alti e il cardiologo voleva farlo come ultima visita senza però risultasse nulla. Ma dice allora che devo preoccuparmi? Dovrei andare al PS? Ho paura che mi venga un infarto fa un momento all'altro.
La ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
8% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Dovrebbe parlarne al suo cardiologo e al suo medico che conoscendola possno darle indicazioni più precise.

Saluti
Alessandro Durante
[#4] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Purtroppo mi risulta difficile contattarli oggi. Però mi dissero qualche giorno fa di stare tranquillo. Il cardiologo mi ha detto che non sono cardiopatico sopratutto dopo tutte le visite fatte. Volevo chiedere a Lei un suo parere. Se secondo lri possa trattarsi di un infarto se può durare così per giorni che va e viene nell'arco della giornata.
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
8% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2014
Come le ho detto dovrebbe rivolgersi al suo medico e cardiologo, senza porle diverse domande no è possibile esprimere un parere.

Saluti
Alessandro Durante