Utente 233XXX
Salve a tutti, dottore, io ho un grosso problema, mi sono rivolto già ad un andrologo ma dopo gli esami di routine che mi ha sottoposto a quanto sembra è tutto ok...
Il mio problema è appunto non raggiungere lorgasmo nella penetrazione con la mia nuova compagna, invece per quanto riguarda lerezione non ho problemi. Premetto che sono separato, e sinceramente la mia ex moglie quando stavamo insieme mi rifiutava sempre nell'avere un rapporto perché lei mi diceva che poteva vivere e star con me anche senza farlo, allora associo il suo rifiuto al mio stato di malessere,secondo lei può essere giusta la mia opinione? Esiste qualche farmaco per arrivare al l'orgasmo prima? Senza la penetrazione e quindi con la masturbazione alle volte lo raggiungo come mai? Sono disperato soprattutto per la mia nuova compagna, e poi anche per me che rimango malissimo, chiedo un vostro parere grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,escludendo gli scontati aspetti psicologici e situazionali,infatti é passato da una convivenza ad una occasionalità nell'espletamento del coito,ribadirei la necessità di porre una diagnosi andrologica che potrebbe svelare uno stato congestizio/infiammatorio delle ghiandole seminali preposte alla produzione di sperma (bulbo-uretrali,prostata,vescicole seminali).Esegua una visita andrologica con valutazione del quadro prostatico,avvalendosi anche di un approfondimento ecografico e plasmatico (PSA libero e totale).Cordialità.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Mi associo alle riflessioni del dr. Izzo nella risposta

Fermo restando la necessità di un inquadramento diagnostico completo, le allego una lettura sulla sua disfunzione sessuale, potrebbe aiutarla a capire un po' di più


http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1600-eiaculazione-ritardata-piacere-tarda-ad-arrivare.html