Utente 361XXX
Salve.
Sono una ragazza di 26 anni ed ho un problema di capillari evidenti alle gambe, specialmente a quella sinistra. Circa 6 anni fa, sotto prescrizione medica, ho eseguito un Ecodoppler agli arti inferiori che, nonostante la presenza dei su detti capillari e di una vena al polpaccio piuttosto evidente, non ha evidenziato alcun problema circolatorio. Premetto che ho perso parecchio peso negli ultimi 3 anni e che, tutti i giorni, faccio lunghe passeggiate di almeno un ora. Inoltre cerco di mantenere un'alimentazione sana, consumando, quanto più possibile, frutta e verdura ed evitando il cosiddetto "cibo spazzatura", se non in rare occasioni. Cerco anche di bere parecchio e sotto la doccia, dopo essermi lavata con acqua relativamente calda, spruzzo un getto di acqua fredda sulle gambe. La mie domande sono le seguenti: c'è qualcos'altro che io possa fare per evitare l'avanzare della visibilità capillare? I Leggins (più comunemente conosciuti con il nome di fuseaux), che per natura sono abbastanza elastici, possono aggravare questo problema? Posso utilizzare l'epilatore elettrico (Silk-epil) per depilare le gambe? La ringrazio anticipatamente per i dubbi che vorrà risolvermi.
Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
le manifestazioni che descrive sono purtroppo molto frequenti, anche in donne della Sua età.
"una vena al polpaccio piuttosto evidente" costituisce già un qualcosa di cui verificare l'origine e l'estensione mediante una valutazione clinica e strumentale forse un po' più accurata.
Lo stile di vita da Lei adottato è corretto e andrebbe affiancato da una adeguata elastocompressione.
Gli indumenti aderenti, soprattutto all'inguine vanno evitati, diversmente dalla calza elastica che esercita una compressione controllata e graduata.
Tutti i mezzi di depilazione arrecano qualche danno ai tegumenti (e quindi ai sottili capillari in esso allocati); il Silk-epil sembrerebbe uno dei meno dannosi.
Le accludo il link ad un articolo che potrebbe esserLe utile:
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/97-eliminare-capillari-teleangectasie.html
[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la cortese ed utile risposta.
Ho dimenticato di specificare che il Silk-epil è uno strumento a pinze, che quindi estirpa il pelo dalla ridice. Crede che questo "tiri" in superficie anche i miei poveri capillari? Inoltre, qualche settimana fa ho consultato il mio medico di base che, però, dopo aver visto le mie gambe, non ha parlato né di calze elastiche, né di eventuali accertamenti... Come dovrei comportarmi in questo caso?
Grazie infinite per la sua disponibilità.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Conosco il meccanismo del Silk epil e le confermo che il trauma che porta sui tegumenti è inferiore certamente a quello della ceretta, forse di poco superiore a quello del rasoio che però in genere è generalmente meno gradito per altri motivi (ricrescita e sue caratteristiche).
Riguardo l'interpretazione dei segni clinici e consequenziali provvedimenti non sta a me contraddire le valutazioni del Medico di Medicina GENERALE.
[#4] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Caro Dottore,
la ringrazio infinitamente per i chiarimenti ricevuti.
Cordiali saluti.