Utente 669XXX
buongiorno, attualmente sono in convalescenza per una broncopolmonite riscontrata circa una settimana fa.ho saputo che esiste un vaccino da fare ogni tot anni, volevo sapere se potrebbe fare al caso mio,visto che per lavoro sono molto a contatto con i bambini e sono spesso fuori, esposta ai colpi di freddo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Montella
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2003
Il problema della vaccinazione per le malattie respiratorie acute virali o batteriche è molto complesso e il consiglio più immediato è quello di parlarne con il proprio medico di famiglia.

Per quanto si può dire in poche parole:

Attualmente esistono vaccini soltanto

1) contro le forme influenzali. Questi vaccini, però, proteggono solo nei confronti delle malattie provocate dal virus dell'influenza vera e non hanno alcun effetto nei confronti degli altri numerosi virus responsabili di bronchiti e broncopolmoniti (virus parainfluenzali, virus respiratorio sinciziale, adenovirus ecc.);

2) contro le forme da pneumococco. Questi vaccini sono attualmente consigliati soltanto come prevenzione delle malattie da pneumococco nei soggetti splenectomizzati e immunodepressi. Non sono utili nelle persone adulte con un sistema immunitario normale.

Spero di essere stato esauriente.

Cordiali saluti

FM
[#2] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Sarebbe anzitutto nimportante conoscere l'origine della Sua affezione, per comprendere la natura del patogeno. Inoltre occorerebbe sapere se ha tendenza a recidivare. In tal caso bisogna migliorare la risposta immunitaria, ma anche per ciò dobbiamo sapere se trattasi in prevalenza di forme virali o batteriche al fine di stimolare il comparto immunitario interessato.
A titolo puramente orientativo, e posto che Le interessi, suggerirei il seguente schema omeopatico di trattamento/prevenzione:
* NOTAKEHL D5 SANUM - 10 GOCCE SUBLINGUALI IL MATTINO
* QUENTAKEHL D5 SANUM - 10 GOCCE SUBLINGUALI LA SERA
Qualora si riesca a dirimere la natura dell'infezione sarò più preciso riguardo al trattamento immunologico omeopatico da impostare. A presto.
[#3] dopo  
Utente 669XXX

Iscritto dal 2005
non ho mai usato farmaci omeopatici ma mi interesserebbe avere qualche informazione in più sui due farmaci che ha citato, soprattutto se c'è una 'copertura' che mi rinforzi quando sto bene

l'origine sembra sia batterica, ma avendo avuto diverse allergie da piccola mi hanno suggerito anche la possibilità dell'allergia.da piccola avevo spesso bronchiti (anche asma da allergia).poi dai 14 anni fino a oggi sono sempre stata bene (ho cominciato a lavorare in un asilo da ottobre,potrebbe venire da lì la causa?)
come farmaci ho preso 7 rocefin senza risultati apprezzabili,con l'avalox va molto meglio,e mi è stato prescritto il deltacortene
[#4] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Cara amica, l'associazione fra i due bioterapici suggeriti è un'ottima copertura contro affezioni sia batteriche che virali. Riguardo all'opzione allergia come causa del disturbo, un buon pneumologo sarà in grado di spiegarLe la differenza fra asma estrinseco - allergico - ed asma intrinseco - da patologia respiratoria. Da ultimo vorrei ribadire che la terapia antibiotica deve essere riservata a casi di reale necessità e, se necessaria, deve essere eseguita molto scrupolosamente secondo le indicazioni del medico prescrittore. I cortisonici sono un eccellennte rimedio durgenza - cioè d'attacco - ma nelle malattie croniche è necessaria un'attenta valutazione fra i benefici prodotti ed i danni causati da una prolungata somministrazione... il che quasi sempre li vede perdenti. Saluti.