Utente 361XXX
Buongiorno,

da domenica 5 ottobre mi sono svegliata ogni giorno con entrambe le palpebre superiori gonfie, accompagnate da un'emicrania costante; esattamente una settimana dopo, dal 12 ottobre, la situazione è notevolmente peggiorata, pertanto mi sono recata al pronto soccorso oftalmico del FBF.

Di seguito la diagnosi:
MODESTO EDEMA PALPEBRALE, IPEREMIA CONGIUNTIVALE CON IPERTROFIA PAPILLARE AI FORNICI, CORNEA INDENNE, FLUO-, TY - IN CA. Diagnosi: CONGIUNTIVITE.

In sostanza il medico ha identificato una congiuntivite allergica, ma mi chiedo se la diagnosi sia corretta, dato che non manifesto alcun prurito, né rossore, né secrezioni o lacrimazione.

Mi è stata prescritta una terapia per 10 giorni a base di NETILDEX ed ECTOAL.
Sono ormai 5 giorni che utilizzo entrambi i colliri, ma la situazione è sempre critica, le palpebre sono costantemente gonfie, tanto da faticare a tenere gli occhi aperti, e addirittura le palpebre inferiori si sono notevolmente gonfiate.
Inoltre ho maturato ulteriori sintomi, quali;
- mal di gola e gonfiore sotto alla lingua
- nausea
- dolore addominale nella parte sinistra quando faccio respiri profondi
- nodulo sotto all'orecchio destro.

Mi domando se è il caso di aspettare ulteriormente che la terapia faccia effetto o se è il caso di tornare al pronto soccorso o chiamare il 118.

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gent.ma,
il linfonodo palpabile sotto l'orecchio destro é suggestivo di una congiuntivite virale in Sindrome influenzale.
Nel qual caso il decorso é lungo.
La terapia é soprattutto atta a diminuire la sintomatologia.

Cordiali saluti