Utente 778XXX
Buongiorno, chiarisco subito che la domanda riguarda mia suocera. E' stata operata il 28 luglio per un tumore al retto, dopo l'ileostomia ha accusato gravi problemi dovuti a due semi occlusioni causati da un tratto di intestino che, a detta dei medici, si è "inginocchiato". Ora stanno valutando una possibile reincanalizzazione perchè il problema non si è risolto. Vorrei sapere quali sono i rischi di un intervanto così vicino al precedente sapendo che ci vogliono almeno un paio di mesi normalmente per richiudere un ileostomia.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
nella Sua richiesta di consulto ci sono alcune 'cose' che andrebbero chiarite:
1) il tumore del retto è stato asportato e la stomia era per 'proteggere' l'anastomosi a valle ?
2) la stomia è stata 'confezionata' in quanto non vi era altra possibilità terapeutica ?
3) persiste lo stato di occlusione ? ("..il problema non si è risolto..")
L'indicazione all'intervento può essere determinata o da un normale 'iter' (chiusura di ileostomia per ripresa funzionale ed assenza di complicanze sull'anastomosi distale) o da una situazione di occlusione intestinale che inevitabilmente va trattata chirurgicamente (“..a detta dei medici, si è inginocchiato...”).

Ritengo ne dobbiate parlare con i colleghi che hanno in cura la Signora e che ben conoscono storia clinica e stato attuale.

Dott.ssa M.M.Morelli
[#2] dopo  
Dr. Boris Franzato
24% attività
4% attualità
12% socialità
CASTELFRANCO VENETO (TV)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile signora
mi pare di capire che i colleghi che hanno in cura sua suocera abbiano programmato una chiusura "precoce" dell'ileostomia confezionata in occasione dell'intervento di resezione anteriore del retto a causa di fenomeni occlusivi.
Se ho ben compreso la situazione non vi sono rischi nella chiusura precoce della ileostomia purchè un transito (esame radiologico con mezzo di contrasto dalla stomia) dalla stomia all'ano confermi l'assenza di stenosi o di fistole a valle della stomia stessa. Se l'intervento chirurgico è stato eseguito per via laparotomica (e quindi con un grande taglio sull'addome) sono possibili anche fenomeni occlusivi dovuti ad aderenze che possono "inginocchiare" l'intestino. Pertanto è possibile eseguire la lisi di queste eventuali aderenze e chiudere l'ileostomia nel corso della medesima procedura.
Si affidi con serenità ai colleghi che hanno in cura sua suocera e auguri
Cordialmente