Utente 362XXX
Salve, ho 40 anni, sono da un pò più di 1 anno un ex-fumatore (dopo 26 anni di tabagismo), ho una storia di ischemie del miocardio in famiglia (nonno, padre).
In pomeriggio stavo praticando mountain bike e dopo una discesa abbastanza disconnessa ho rallentato sino ad arrestarmi. Quasi immediatamente è cominciata una aritmia continua e assolutamente percettibile per oltre 10 secondi, ho dato un colpo di tosse e son dovuto scendere dalla bici rannicchiandomi, poi ha cominciato lentamente ad arrestarsi con sporadiche "scariche" sino ad scomparire, ma ci impiegato un pò prima di stabilizzarsi.
Non mi sono fatto assalire da crisi di panico in quanto è un sintomo che conosco ed il recupero dai sintomi di spossatezza è stato abbastanza veloce, ma non ho ripreso regolarmente l'attività, mi sono limitato a procedere con minor sforzo per tornare al punto di raccolta. E' la prima volta che mi è capita un fenomeno aritmico così lungo e non intervallato infatti pensavo che si stesse convertendo in una aritmia pericolosa, ma per fortuna non è successo. Chiaramente questo episodio è per me motivo di preoccupazione perchè contestualmente sto soffrendo di fenomeni di presincope quasi tutti i giorni al mattino, il mio medico crede possa essere legato alla glicemia e sono in fase di accertamento, inoltre sto assumendo acido folico per ripetere esami di omocisteina che è risultata 3 volte superiore al limite massimo indicato negli esami se non erro era 33 contro i 12 massimi. Sicuramente provvederò ad investigare sulla funzionalità cardiaca, che esami ritenete siano necessari preliminarmente per diagnosticare eventuali anomalie? E' possibile che quanto esposto sia stata una conseguenza per uno scompenso glicemico o perchè ero in fase di digestione? In tutti gli ecg fatti fino ad ora ed alla ascultazione non si è mai riscontrato nulla.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I sintomi che lei descrive vanno attentamente indagati.
Programmi un test da sforzo massimale ed un holter.
Eviti sforzi fino a che non li avrà eseguiti.