Utente 289XXX
Buongiorno,
vi scrivo perchè oggi ho ritirato i risultati del mio spermiogramma effettuato dopo un anno di tentativi di concepimento naturale.
Ovviamente prenderò a breve un appuntamento con un andrologo, ma se possibile vorrei chiedere delle delucidazioni on line.
Nel 1992 sono stato operato per un varicocele di terzo grado e dai successivi esami è emersa una recidiva di secondo grado.
Nel 2002 ho eseguito uno spermiogramma, con buoni risultati, che indicava:
Volume 3,5ml (VR 2-6)
Ph 7,5 (VR 7,2-7,8)
Elementi 150.000/MMC (VR 30000-200000)
Motilità a 2 ore 60% (VR 70%)
Forme normali 80% (VR 80%)
Consultandomi con l'andrologo mi indicò che, visti i risultati, non era indispensabile intervenire nuovamente a livello chirurgico, indicandomi che poteva essere comunque utile.
Personalmente non ho più pensato di rieseguire l'operazione e ho rifatto solo ora l'esame (secondo WHO laboratory manual) con risultati a dir poco sconfortanti (riporto i principali):
Volume 1,4
pH7,8
Numero spermatozoi 1.400.000/ml
1.900.000/eiaculato
Motilità totale dopo 60 min: 15% progressiva lenta 10% debole/locale 75% immobili
Morfologia: Normali 18% Anomali 82%

Premetto che sono stato un forte fumatore dal 1993 al 2009 e che, a causa di un disturbo dell'umore, assumo Depakin Chrono e Bupropione, oltre a essere un consumatore di alcolici.

Volevo sapere se in base a questi dati è possibile che un così radicale peggioramento dei risultati possa essere dovuto alla presenza della recidiva di varicocele (che però dal 1992 al 2002 aveva comunque permesso di avere uno spermiogramma perfetto), e se la presenza di uno spermiogramma buono nel passato indichi un margine di possibilità di tornare alla condizione precedente dopo aver indivuato la causa dell'anomalia.
Nel caso non esistano possibilità di concepimento naturale, i risultati dell'esame danno la possibilità di un concepimento con procreazione assistita?
Vi ringrazio per ogni risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

rispondo alla sua ultima domanda, che è la più facile e banale, con un sintetico e preciso sì.

Alle altre questioni sollevate solo il suo andrologo, che si pensa abbia chiare competenze in patologia della riproduzione umana, le potrà dare una corretta risposta.

Nel frattempo, se desidera poi avere altre informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna un’infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

di fronte ad una risposta così alterata io consiglierei di ripetere l'esame del liquido seminale per verificare se tali dati negativi vengano confermati o smentiti (esistono anche gli errori!!).
Verificare se nelle urine raccolte dopo emissione dello sperma siano presenti spermatozoi. (qualche volte i farmaci potrebbero alterare l'eiaculazione)
consultare un andrologo a cui porre il problema circa il suo desiderio di una gravidanza se presente o "in fieri"
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per le risposte.
Ho fissato un appuntamento.
Spero almeno che sia possibile un miglioramento.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!