Utente 362XXX
salve dottore, circa un mese fa durante una partita ho avvertito una dispnea che mi ha notevolmente preoccupato . Ho 21 anni, atletico,amante dello sport. Ho cosi deciso di effettuare degli accertamenti : esami del sangue ecg ed ecordiogramma . Il mio cuore è risultato perfetto tanto che il cardiologo ha deciso di non eseguire ulteriori esami. Nonostante queste rassicurazioni, è rimasto il trauma della partita che si manifesta con tachicardia e attacchi di panico. Quindi , le chiedo , questa forma di tachicardia è dovuta all'ansia ? Devo fare ulteriori esami ??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Occorrerebbe documentare quel che succede al cuore durante i sintomi....potrebbe essere una tachicardia parossistica o nulla a che vedere con alterazioni del ritmo cardiaco. Se non l'ha fatto potrebbe provare con un test da sforzo.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per avermi risposto... per quanto riguarda il test da sforzo , è stato il cardiologo stesso a dirmi di non farlo . Sui sintomi : le posso dire che questa forma di tachicardia si manifesta solo quando sono notevolmente preoccupato ; è accompagnata da sudorazione , tremolio , sensazione di svenimento e vertigini che però ora non avverto più.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore, ma lei aveva detto di avere avuto i sintomi che riporta durante una partita (non quando è notevolmente preoccupato)....Se poi posta domande sul nostro sito, ma ritiene che il suo cardiologo ha giustamente escluso un test da sforzo, è sua legittima scelta, ma allora non posti domande che servono solo a far perder tempo a noi che ci dedichiamo alle esigenze delle persone e in maniera completamente gratuita.
[#4] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
Dottore, mi scuso se non sono stato molto chiaro .Non voglio farle perdere tempo, vorrei solo capire se questa forma di tachicardia sia un'aritmia o un normale stato d'ansia .Mi spiego meglio :durante la partita ho avvertito una lieve dispnea , mi sono fermato per preoccupazione .Da quel giorno ho scoperto di essere ansioso ,con la paura che in qualsiasi momento mi possa succedere qualcosa . sulle forme di tachicardia : vengono sempre quando sono preoccupato ,per paura , hanno durata variabile dal minuto in su e due settimane vengono quotidianamente. Ora, vorrei capire,se avessi qualcosa che provoca aritmie ,con l'ecocardio sarebbe stato individuato ???
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No, l'eco dà solo informazioni sulla struttura e funzione del cuore....ma a questo punto caro signore sembra proprio che sia la sua ansia a giocarle brutti scherzi.....cerchi di controllarsi o il prossimoconsulto dovrà chiederlo a uno psicologo.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
Ad essere sincero, è programmato pure il consulto con lo psicologo.Detto questo , non essendo un esperto ,mi dovrei preoccupare di una tachicardia quando arriva in uno stato di assoluta tranquillità ,dico bene ?? E se si presentano ancora queste tachicardie ,quali controlli dovrei eseguire ?? La ringrazio ancora per la sua disponibilità. Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Faccia la valutazione con lo psicologo...vedrà che andrà meglio. E non pensi a problemi che non ha.....
Saluti