Utente 322XXX
Buongiorno, soffro ormai da 8 anni di Ipertensione arteriosa che fino ad ora curavo con ottimi risultati con 1 Iperten al mattino e 1/2 Nebilox dopo pranzo. Mediamente la mia pressione ora si aggira intorno ai 110/70, anche se molto spesso risulta essere anche intorno ai 90/60, come stamattina che era 92/57.Ora, da un po' di tempo, vivo a Belgrado, ed essendo un residente all'estero, non ho piu' diritto a ricevere assistenza medica in Italia e quindi non posso piu' farmi fare le ricette per l'Iperten e farmelo spedire qui da mia madre. Qui L'Iperten non esiste e nemmeno nulla che abbia come principio attivo la Manidipina. Cosi' mi sono deciso ad andare da un cardiologo, che dopo avermi fatto una visita accurata (durata circa mezz'ora) con ecg, ecocardiodoppler, ecc... mi ha fatto una ricetta Con Valsartan 80mg +idroclorotiazde 12,5m. Volevo chiedere:

1) ho ancora circa tre mesi di Iperten, ma volevo finire il blister attuale e poi partire con la nuova cura, cosi' in caso nonsia efficace, posso sempre tornare dal cardiologo e nel frattempo ritornare a prendere Iperten. E' un modo corretto di agire?

2) Quando passo da Iperten a Valsartan+idroclorotiazde devo saltare un giorno per non mischiare gli effetti dei 2 farmaci, o non è necessario?

3) Come ritenete questo cambio totale di terapia che passa da un calcioantagonista ad un Antagonista dell'angiotensina II + diuretico?

Grazie anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sono molecole effettivamente diverse, ma se il cardiologo ho deciso per questo cambiamento avrà avuto i suoi bravi motivi. Il farmaco che le ha prescritto è comunque un ottimo farmaco. Lo assuma e monitorizzi la PA (meglio se con un Holter pressorio delle 24 h). Le consiglio anche la lettura dell'art. http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1940-ipertensione-arteriosa-prevenzione-diagnosi.html. Per il momento dell'assunzione può iniziare il giorno successivo alla sospensione delle vecchie molecole.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Salve, E' da 1 settimana che sto prendendo il medicinale sopraindicato. Sembra pero' che faccia troppo effetto. Spiego meglio: ho sempre la sensazione di debolezza e come se la testa dovesse incominciare a girare (sopratutto quando cammino). Misuro sempre la pressione 3/4 volte al gg (mattino/tardo pom/sera) ed ogni volta i valori non si distaccano molto da 90/59 - 94/64 e cosi' via. Stamattina non l'ho presa e quando l'ho provata verso le 18 il valore era di 102/70, anche se avevo comunque un po' di debolezza. Il mio cardiologo al momento non sta bene e non riceve. Avete consigli da darmi prima di andarci per un holter 24h? Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sospendere i farmaci di propria iniziativa è sempre pericoloso....Noi di MI a distanza non possiamo modificare terapie...Posso dirle che è possibile (ma improbabile visto che prima assumeva una terapia associativa altrettanto ipotensivante) che il nuovo farmaco le dia ipotensione....potrei dirle di passare al solo Valsartan da 80 mg, ma francamente è una decisione che deve prendere il cardiologo che la segue. Gli faccia almeno una telefonata o, se vuole, cambi specialista.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Grazie della pronta risposta. Ieri l'avevo solo momentaneamente sospeso il farmaco (come se avessi dimenticato di prenderlo) ed in effetti questa mattina alle 7.00 la PA era 102/67 abbastanza simile al valore di quando prendevo l'iperten e provata alla stessa ora).Poi, dopo averla provata ed aver fatto colazione, ho preso il farmaco, sono uscito a fare una passeggiata e dopo circa 10 minuti dal ritorno (erano circa le 9) ho riprovato la pressione, perche' avevo ancora quel senso di "vuoto" e di stanchezza. Infatti era 89/59. Comunque, visto che il mio cardiologo e' ricoverato per una infezione intestinale e non può ricevermi prima di 15gg, ho deciso di cambiare specialista. Mi deve far solo sapere se andare domani o dopodomani.
[#5] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Salve, riprendo questo topic per dire che siccome mi sentivo sempre debole, ho fatto un completo esame del sangue e delle urine. Urine tutto ok. Sangue: Trigliceridi un pochino alti (2.51mmol, che convertito sarebbe 222) ma no colesterolo, Granulociti bassi (19,7% ed il minimo è 43%) , Linfociti alti (66,6%, massimo 46,5%). Entrambi questi valori penso siano dovuti alla febbre ed allo stato para-influenzale, ma cio' che mi spaventa di piu' sono ALT (SGPT) 57 e AST (SGOT) 56. Potrebbe anche essere che sia perche' ho preso per 3 gg Paracetamolo (500mg) 3 volte al giorno, poi ho smesso quando ho visto che non avevo piu' la febbre, ma poi dopo 2 gg, la febbre e' tornata e per altri 2gg ho preso nuovamente il Paracetamolo. Inoltre sono in cura anche con Depakin, ed ho eseguito il dosaggio anche di quello, che e' riultato leggermente alto (114 invece di 100ug/ml a 12 ore dall'assunzione dell'ultima compressa). Puo' essere che i valori delle Transaminasi siano sballati solo per i farmaci... onestamente ho un po' paura... e' vero che non ho mai bevuto alcool e non ho mai fumato, ma ho letto che un basso aumento dei valori di GPT e GOT possono essere segno di tumore e quindi domani vado a fare un'ecografia, ma sono terrorizzato...