Utente 362XXX
Buongiorno. Ho 27 anni e lavoro da molti anni come barman e saltuariamente come cameriere. Nell'ultimo fine settimana, causa rottura delle mie abituali e comodissime scarpe da lavoro, ho utilizzato scarpe di un amico che non ho trovato altrettanto comode visto che a fine giornata avevo dolore ai piedi. Ieri però ho iniziato ad avvertire un dolore sotto il malleolo esterno del piede destro, sia durante il movimento sia, anche se molto più leggero a riposo. Il dolore si intensificava se facevo pressione con le dita nella zona interessata. Oggi il dolore si è intensificato fino ad impedirmi di camminare senza "zoppicare" e provare molto dolore. Inoltre la zona interessata si è molto gonfiata diventando praticamente un tutt'uno con la sporgenza del malleolo. Non ho praticato nessuna terapia se non il riposo, per quanto posso. Vorrei sapere se posso provare a fare qualcosa senza dover consultare nessuno o se è indispensabile la visione di uno specialista. Vi ringrazio per l'attenzione e la disponibilità.

Stefano
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Per avere una diagnosi (e di conseguenza una terapia appropriata) è indispensabile la visita diretta. La sola descrizione non consente di esprimere un parere, senza contare che la Legge e il Codice Deontologico vietano espressamente di fare diagnosi e/o prescrivere terapie a distanza. È possibile che siano infiammati i tendini che decorrono dietro e sotto il malleolo peroneale, ma resta solo una ipotesi, e in quanto tale di scarsa utilità.
Cordiali saluti