Utente 399XXX
Gentili Dottori a seguito di una caduta durante una partita di calcetto mi sono recato da un ortopedico in zona che oltre a prescrivermi una risonanza magnetica mi ha prescritto degli antinfiammatori(Airtal 100mg) e dei cerotti di ibuprofene.

I risultati della risonanza recitano:
L'esame eseguito nei tre piani spaziali con sequenze TSE T1, TSE T2 e STIR, consente di evidenziare:
Nella norma il rapporto articolare acromion-claveale e gleno-omerale. Regolare la rappresentazione del grasso sub-acromiale.
I muscoli della cuffia dei rotatori mostrano regolare morfologia.
Il tendine del sovraspinoso presenta un normale aspetto della giunzione muscolo tendinea ed un regolare segnale.
Alterata intensità di segnale a carico della testa omerale con frattura intraspongiosa a carico del trochite.
Lacerazione del cercine glenoideo antero-inferiore.
Modico versamento intrarticolare.

Dato che mi è stato fornito un CD con le immagini della suddetta RM, vorrei anche una vosta opinione se possibile, immagini che sono visibili qui https://www.dropbox.com/sh/1mc1vw4smbuno08/AADiN1r1Bb6Xv-_Kj5oz_3ica?dl=0

E' necessario secondo voi un intervento? La lesione è importante?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La storia clinica che ha riportato concorre, insieme al referto RM, a spiegare i motivi della frattura intraspongiosa del trochite.
Prescindendo dal fatto che una valutazione equanime si può fare solo dopo aver acquisito tutti i dati (clinici e strumentali) ritengo che non ci siano le condizioni a porre indicazione per un intervento chirurgico. Tuttavia è importante la immobilizzaqzione del braccio poiché sul trochite si agganciano diversi tendini importanti.
Auguri
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio molto per la risposta Dr.Grosso; ho però dimenticato di aggiungere che la caduta è avvenuta ad inizio Ottobre e purtroppo non ho immobilizzato il braccio stando comunque a riposo.

Avrebbe ancora senso farlo oggi?

Ma la cosa che più mi sta a cuore chiederle è: vista la risonanza (non so se ha avuto modo di vedere le immagini che ho caricato su dropbox) la lesione è grande? Senza intervento si rimargina il cercine? Oppure essendo una cartilagine non si ripara da sola?

Grazie mille per il suo tempo.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Considerando che siamo giunti al 27 ottobre, ritengo che oramai la situazione è ben definita (con i limiti del consulto).
Il resto della patologia va riesaminato a distanza per fare bene il punto della situazione.
Adesso è il momento di attendere la guarigione definitiva della frattura intraspongiosa.
Auguri
[#4] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2007
Salve dottori , a distanza di quasi 2 mesi e mezzo sto continuando a fare idrokinesi terapia in piscina ma la spalla continua a farmi male. Mi è stato consigliato di fare una tac(metodo pico) dalla quale risulta una perdita del 4,3% della glena.

La cosa che però mi inquieta non poco è in particolare un'immagine , questa qui:
https://www.dropbox.com/s/po4ivg12powie4r/tac.jpg?dl=0

In cui si vede o almeno mi sembra di vedere una parte del trochite che è praticamente rialzata e secondo me è quella che in fase di elevazione dell'arto mi da la sensazione che si alzi anche l'acromion.

Il mio dubbio è il seguente , questa zona che vedo dalla tac rimarrà così sporgente ? Non ci sono soluzioni?

[#5] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Le sue supposizioni potrebbero anche corrispondere al vero però sono proprio queste le situazioni in cui emergono i limiti di un consulto on line poiché per stabilire una patologia ( soprattutto se postuma a un trauma) occorre assolutamente la visita clinica. Questo per evitare errori diagnostici, errori terapeutici e, nel nostro caso, consigli non adeguati.
Chieda un controllo del chirurgo della spalla.
Auguri
[#6] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2007
Dott. Grosso la ringrazio per il tempo che mi dedica!

Già sono in cura da uno specialista della spalla ma la tac ancora non l'ha visionata ,devo andare al controllo tra qualche settimana.

Qualora le mie supposizioni fossero vere cosa si potrebbe fare? Questo tipo situazione ossea come si tratta, devo tenermela così oppure questa sorta di sporgenza dell'osso si ritrae?

La mia sensazione è proprio quella che in certi movimenti in tendini passando li sopra siano più tesi e mi fa molto male.

Grazie
[#7] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ancora una volta debbo, purtroppo, dirle che le risposte le può dare solo il collega che la visiterà. Solo lui, infatti, ha gli strumenti per poter rispondere con esattezza alle sue richieste.
Auguri