Utente 347XXX
Buonasera,

Qualche settimana fa,dopo un intenso allenamento in palestra (in particolare dei muscoli delle gambe), ho avuto dei sintomi ( fastidi all'interno dell'ano e nella zona perianale, vibrazioni nella zona tra i testicoli e l'ano stesso) che fanno pensare (credo) ad un'infiammazione della prostata. In ogni caso, non ho altri sintomi tipici della prostatite (difficoltà durante la minzione,bisogno continuo di urinare..etc..). Ho chiamato il mio andrologo di fiducia che mi ha prescritto delle analisi per verificare se la mia prostata sia effettivamente infiammata o se si tratti di dolori occasionali e transitori. Sto aspettando i risultati. Detto questo, da qualche giorno ho notato che ,specialmente quando il pene si trova nella fase di ritorno alla flaccidità dopo un eiaculazione o un erezione, appena prima del glande il mio pene presenta come delle "rientranze" sui bordi appena prima del glande. Cosa potrebbe essere? a volte sembra leggermente deformato dalle suddette rientranze. E' il caso di preoccuparsi? ci potrebbe essere una correlazione con un eventuale prostatite? Credo che queste rientranze rientrino nella fisionomia del pene, ma nel mio caso sono leggermente accentuate....
Sperando di aver descritto chiaramente i miei sintomi, attendo una vostra risposta.
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

quello che ci descrive potrebbe comunque far pensare ad un problema infiammatorio delle vie uro-seminali (prostata compresa).

Segua le indicazioni del suo andrologo poi, se desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html,

http://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dott. Beretta,

La ringrazio per la pronta risposta ma vorrei due velocissimi chiarimenti, se possibile.

1) Se,come credo, ci sia una connessione tra allenamento intenso e infiammazione, (quindi allenamento come cause dell'infiammazione) tale infiammazione dovrebbe "regredire" senza particolari problemi?

2) Queste "rientranze" ai bordi del pene in fase di ritorno alla flaccidità sono dovute a che cosa? Un afflusso troppo debole di sangue? il tutto collegato con l'eventuale prostatite?

La ringrazio ancora molto.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo, in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo attuale problema clinico e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, riconsultare, con l'esito degli esami che deve fare o fatti, in diretta il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.