Utente 283XXX
Buongiorno, in attesa della visita cardiologica prevista fra una settimana propongo quanto segue: da circa due settimane avverto oppressione allo sterno, maggior percezione del battito cardiaco e improvvisi "tuffi al cuore". Ho 63 anni, bevo due decaffeinati al giorno, sono pressoché astemio, non fumo, ansia o stress molto limitati. Di notte dormo bene. Però se riposo il pomeriggio avverto il battito cardiaco che mi preoccupa e impedisce il riposo. Una visita cardiologica di tre anni fa non ha evidenziato alcun problema. Grazie per un parere preventivo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
A percezione del battito cardiaco può essere normale in alcune condizioni. Per quanto riguarda i tuffi al cuore potrebbe trattarsi di extrasistoli.
Infine non appare invece normale la sensazione di oppressione allo sterno. Lei non specifica in quali occasioni avverte quesa sensazione. Dovrebbe comunque farsi valutare da uno specialista al più presto.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2013
Forse la preoccupazione mi fa confondere i tuffi al cuore con l'oppressione allo sterno; potrei aver sbagliato la sintomatologia. In ogni caso le vorrei chiedere di più sulle extrasistoli. C'è una terapia? Sono pericolose? E' possibile che stia inconsciamente somatizzando una certa demoralizzazione dovuta ad una capsulite adesiva (spalla congelata)? Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Per poter valutare le eventuali extrasistoli bisognerebbe prima dimostrare la loro presenza e conoscere la sua storia clinica approfonditamente.

Cordiali saluti
Alessandro Durante